Senza Coman, operato per un’aritmia cardiaca e con una maglia di colore verde, dedicata all’Oktoberfest (che quest’anno non vedrà luce), il Bayern Monaco ospitava il Bochum per la quinta giornata della Bundesliga. All’Allianz Arena il club neopromosso cercava un pomeriggio storico con la consapevolezza di aver bisogno di un vero e proprio miracolo per poter tornare a casa con un risultato positivo. La partita dei ragazzi di Reis è durata diciassette minuti, fino al gol di Sané complice una barriera messa decisamente male; da quel momento è stato un match a senso unico con i bavaresi capaci di chiudere la pratica già nei primi quarantacinque minuti. Tre punti che consentono al Bayern Monaco di volare in testa alla classifica in attesa del Wolfsburg.

Il Bayern Monaco ha iniziato a correre

Nonostante una partita giocata a ritmi molto più bassi rispetto a quelli a cui il Bayern ci ha abituati, il successo non è mai stato in discussione per una squadra che ha decisamente iniziato a marciare alla solita, incredibile, velocità. Quarta vittoria consecutiva (settimana considerando tutte le competizioni) per i ragazzi di Nagelsmann; altra grande prestazione da parte dei bavaresi che vogliono tornare il prima possibile al comando della classifica. Serviva tempo all’ex tecnico del Lipsia per imporre le proprie idee; una volta assimilati i concetti questa squadra può crescere ulteriormente

Al pomeriggio di festa del Bayern Monaco non poteva mancare Lewandowski; l’attaccante polacco è andato a segno per la quindicesima volta consecutiva realizzando il gol numero sette in questo campionato e siamo solo a settembre.

Bochum, pomeriggio da incubo

Pensare di uscire dall’Allianz Arena con un risultato positivo era obiettivamente complicato ma subire un passivo così grande non fa mai piacere specie per un club neopromosso che ha l’obiettivo di salvarsi. Restare in Bundesliga sarà molto complicato ma il Bochum ha il dovere di fornire altro tipo di prestazioni.