Il Liverpool senza 6 titolari batte il Leicester nel posticipo serale che ha chiuso la domenica di Premier; finisce 2-0 per i Reds, a segno con il solito Diogo Jota, Firmino e con  l’autogol di Johnny Evans. I tre punti ottenuti oggi portano la squadra di Klopp in testa alla classifica con 20 punti, gli stessi del Tottenham di Josè Mourinho, mentre le Foxes restano a 18 punti come il Chelsea.

Nemmeno con metà squadra fuori il Liverpool ferma la sua inarrestabile marcia ad Anfield Road, stabilendo il record di imbattibilità nella storia del club con 64 partite senza sconfitta, mentre il record assoluto del Chelsea (86) rimane ancora piuttosto lontano. Il successo di oggi è particolarmente pesante perchè ottenuto con la squadra probabilmente più in forma della Premier, reduce da 6 vittorie consecutive, e da 4 successi in altrettanti incontri nelle ultime trasferte. Ancora una volta c’è Diogo Jota tra i protagonisti, sempre a segno ad Anfield dal suo arrivo al Liverpool, servito dall’immancabile assist di Andy Robertson, giunto a quota 31 in campionato in maglia Reds. Una prova di forza importante, in un periodo non particolarmente fortunato che consente ai ragazzi di Klopp di ritrovare anche la vetta della classifica, seppur in coabitazione con gli Spurs. Da segnalare l’ottima prova difensiva nonostante tre titolari assenti, in  particolare Joel Matip questa sera non ha fatto rimpiangere i più quotati Van Dijk e Gomez.

Il Leicester esce battuto abbastanza nettamente, ma la sconfitta non deve far dimenticare tutto quello fatto fin qui dalla squadra di Rodgers. La lotta al titolo non è un obiettivo realistico per le Foxes che potranno comunque fare un campionato di alta classifica, giocandosi le proprie carte per conquistare un posto tra le prime quattro. Le partite come quella di oggi possono aiutare i tanti giovani che compongono la rosa del Leicester a crescere ulteriormente, acquisendo la giusta esperienza per affrontare avversari di livello mondiale come il Liverpool.