Grande giornata in Premier League; il turno, dopo averci regalato uno splendido derby di Liverpool, metteva di fronte Manchester City ed Arsenal in un match fondamentale per entrambe le squadre. I ragazzi di Guardiola, dopo un punto in due partite, avevano assolutamente bisogno di ritrovare i tre punti per non perdere ulteriore terreno dalla vetta della classifica. Per i Gunners, invece, l’occasione di dimostrare la propria crescita contro una delle squadre più forti del campionato. Missione fallita per i ragazzi di Arteta a cui manca quel quid in più per poter essere una seria pretendente al titolo; i Citizens, invece, respirano e devono ripartire da questi novanta minuti.

Manchester City, Aguero e i tre punti

Il Manchester City ritrova la vittoria nella partita in cui torna a disposizione Aguero; l’attaccante argentino è troppo importante per una squadra comunque piena di talento visto la sua cattiveria sotto porta e la sua capacità nell’aprire gli spazi per i provi compagni. Il ritorno del Kun è stata la ciliegina sulla torta di un match in cui i ragazzi di Guardiola non avevano alternative se non quella di conquistare i tre punti. L’inizio di Premier, infatti, non è stato dei migliori e serviva la vittoria per iniziare la rincorsa al primo posto; il match non è stato bellissimo ma per migliorare il gioco, dal punto di vista estetico, ci sarà tempo. Ora un ciclo di partite complicato che porterà, prima della prossima sosta, alla sfida contro i campioni in carica del Liverpool.

Arsenal, altro esame fallito

L’Arsenal non riesce a diventare grande; Liverpool e Manchester City, le uniche sconfitte in Premier, testimoniano come i Gunners sia ancora lontani dal poter lottare per il titolo. Due gare in cui i ragazzi di Arteta hanno fatto poco dal punto di vista del gioco ma soprattutto per quanto riguarda il carattere come se ci fosse una sorta di timore quando si vanno ad affrontare determinate squadre. Aspetto su cui bisogna lavorare perché la squadra è forte e potrebbe lottare per obiettivi più importanti del piazzamento europeo.