L’Ajax dimentica l’eliminazione dall’Europa League e alza al cielo la ventesima KNVB Beker della sua storia: il Vitesse regge fino all’86’, quando resta in 10 per l’espulsione di Rasmussen. Gli ajacidi fanno valere la loro superiorità in campo e trovano il definitivo 2-1 in pieno recupero con Neres, eroe di giornata. Ten Hag può essere soddisfatto: primo trofeo in bacheca, Eredivisie archiviata ed ennesimo double a portata di mano: peccato per il ko europeo con la Roma.

AJAX, SONO 20 LE KNVB BEKER: NERES E GRAVENBERCH GUIDANO IL SUCCESSO

Tutto come da pronostrico nella finale di KNVB Beker che vede trionfare di nuovo l’Ajax che non permette al Vitesse di alzare, per la seconda volta nella sua storia, la coppa d’Olanda. Per i gialloneri è la quinta finale disputata e il quarto secondo posto: una grande sfortuna visto l’ottimo match disputato dai ragazzi di Letsch che si sono fatti travolgere nel finale.

Dopo la sconfitta in Europa League, la capolista dell’Eredivisie vuole subito invertire la rotta e tornare a quello che meglio sa fare: vincere. Il Vitesse è un ostacolo più ostico del previsto e lo si nota dai primi minuti di gara: al De Kuip, l’Ajax non riesce a mettere in campo il suo gioco fluido e travolgente ed è costretto a retrocedere, lasciando campo agli avversari. Nel miglior momento dei gialloneri, Gravenberch trova l’occasione per sbloccare il match e per portare in vantaggio i ragazzi di Ten Hag. Nonostante il gol incassato nel momento migliore, il Vitesse reagisce immediatamente con Openda che, 7 minuti dopo, trova il pari alla mezz’ora riportando l’incontro in equilibrio. Il risultato reggerà fino alla fine della prima frazione di gioco ma, nella ripresa, l’inerzia della partita si sposta completamente a favore dei biancorossi. Gli 11 di Letsch perdono brillantezza e cominciano ad arretrare fino ad essere chiusi in un vero e proprio forcing. La grossa pressione, però, non aiuta l’Ajax che non riesce a scardinare la difesa avversaria: tutto cambia all’86’ quando Rasmussen rimedia un rosso diretto e lascia i proprio compagni in 10. Ten Hag capisce che quello è il momento giusto per colpire e getta nella mischia Neres: il brasiliano non delude il suo tecnico segnando il definitivo 2-1 al 91′.

Un successo che fa esplodere di gioia panchina, tifosi e dirigenza con Overmars sicuro del possibile double stagione (ad un passo anche la vittoria dell’Eredivisie). L’Ajax inserisce in bacheca la ventesima KNVB Beker staccando il Feyenoord secondo con 13: il Vitesse può solo recriminare la poca tenuta fisica con uno sforzo enorme che, però, non ha pagato tra disattenzioni e crampi finali. La capolista può sorridere e digerire meglio l’eliminazione incassata dalla Roma, giovedì scorso in Europa League.