Che l’annata non fosse delle migliori era saltato agli occhi di tutti: il Psv non stava brillando in campionato, mentre in Europa League era giunta una cocente eliminazione. Adesso, i Boeren, salutano anche l’ultimo obiettivo stagionale: la KNVB Beker si conclude agli ottavi grazie alla prestazione fantastica del NAC Breda che butta fuori, con un pesante 2-0, i biancorossi di Eindhoven. Faber ha tanto da lavorare per non far disunire una squadra mutilata dal mercato e in piena crisi di risultati: il terzo posto è l’ultima chance per poter accedere direttamente all’Europa League.

DISASTRO PSV IN KNVB BEKER: IL NAC BREDA CONTINUA IL SOGNO ED ELIMINA UNA DELLE BIG

Serata da ricordare al Rat Verlegh con il NAC Breda che riesce ad eliminare il Psv dalla KNVB Beker. Gli ottavi di finale non hanno riservato molte sorprese, ma i gialloblu hanno voluto stravolgere il filone di monotonia. Grande la prestazione dei padroni di casa affondano i Boeren, in crisi nera da ottobre e mai in netta ripresa.

L’esonero di Van Bommel, l’addio di Zoet e, probabilmente, di Pereiro, l’infortunio di Malen e i tanti giovani in rosa, non hanno aiutato la compagine che ha distrutto l’intera stagione già nel mese di gennaio. Il campionato è compromesso, l’Europa League si è conclusa al girone e la coppa nazionale è perduta: il Psv è chiamato a centrare il terzo posto in Eredivisie per poter accedere direttamente alla seconda competizione europea per dare almeno un piccolo senso ad un’annata nera.

La gara di KNVB Beker ha sottolineato le gravi lacune difensive e la sterilità offensiva, unita anche ad un nervosismo che lascia i biancorossi in 10 all’ora di gioco. Il NAC disputa una partita perfetta: risce a difendersi bene, riparte rapidamente e cerca di impostare la manovra con passaggi semplici e con la palla a terra. La gara è equilibrata e con capovolgimenti di fronte, con gli ospiti che restano impalpabili con il tridente Bruma-Bergwijn-Ihattaren. Aver recuperato Lammers e Mitroglou è un’ottima notizia che servirà a dare maggiore peso ad un reparto che ha estremamente bisogno di un terminale offensivo. Dopo un primo tempo accorto e sterile, la ripresa vede protagonisti i gialloblu che sbloccano con Boussaid. Il Psv perde la testa e, 5 minuti dopo, Baumgartl commette un fallo che gli costa il rosso diretto: i Boeren restano in 10 e crollano sotto la pressione dei padroni di casa. Il NAC chiude l’incontro con Ilic e vola ai quarti di finale dove incontrerà l’AZ Alkmaar, tutt’altra pasta rispetto agli 11 di Faber.

Si conclude così la KNVB Beker per il biancorossi che non possono far altro che fronteggire il momento di crisi e rinascere in vista della prossima annata sempre sotto la guida di Faber. Ci sono tanti cambiamenti in atto e tanti ostacoli da fronteggiare, soprattutto quelli legati all’attacco (Malen-Lammers-Mitroglou). Il NAC non ha pietà, approfitta di tutte le difficoltà e raggiunge i quarti di finale: i Boeren non possono far altro che lavorare per non rendere ancora più umiliante questo anno infausto, senza gioco e, soprattutto, senza una guida.