L’esordio di Ranieri sulla panchina del Watford era stato tutt’altro che semplice: sconfitta casalinga, per cinque a zero, contro il Liverpool, una delle squadre più in forma in Europa. Il tecnico italiano, però, dall’alto della sua esperienza non ha permesso che il gruppo si sciogliesse tenendo alta la concentrazione. La risposta è stata delle migliori: cinque a due, in rimonta, in casa dell’Everton. Quattro gol in tredici minuti per ritrovare la vittoria dopo un pareggio e due sconfitte e iniziare a sistemare una classifica che iniziava a farsi preoccupante. Protagonista assoluto nel successo del Watford è stato Joshua King, autore di una tripletta.

Ranieri ha iniziato a normalizzare il Watford

In questi ultimi anni sembra essere una costante: le squadre in difficoltà contattano Claudio Ranieri. L’ex allenatore del Leicester, con cui ha conquistato una meravigliosa Premier, porta tranquillità all’interno del gruppo raggiungendo l’obiettivo. Il Watford ha assolutamente bisogno di raggiungere la salvezza, missione che si stava complicando a causa del terribile inizio di stagione. La vittoria a Goodison Park non sistema le cose ma permette ai suoi di affrontare il futuro con maggiore tranquillità. In casa dell’Everton si è vistp un gruppo con evidenti limiti, soprattutto dal punto di vista difensivo, ma con la voglia di non mollare mai; questa è sempre stata la caratteristica principale delle squadre di Ranieri, difficili da affrontare.

Ora però bisogna mantenere i piedi per terrà perché, sì la vittoria in casa dell’Everton è stata spumeggiante ma è altrettanto vero come la strada da fare sia piuttosto lunga. Già il prossimo match, contro il Southampton, è uno scontro diretto da non fallire. Per conquistare i tre punti il Watford farà affidamento su un King sbloccatosi proprio a Goodison Park; una tripletta per un giocatore che, con la sua forza fisica, potrà essere molto utile nella corsa alla salvezza.