Riprende l’Eredivisie e le lotta per l’Europa e la salvezza: scontro testa-coda tra AZ Alkmaar e Willem II con entrambe le formazioni che devono raccogliere punti per raggiungere i rispettivi obiettivi. A scamparla sono gli uomini di Jansen, fresco di rinnovo contrattuale: a Tilburg, i biancorossi, si impongono per 1-0 nonostante l’inferiorità numerica rimediata dopo appena 5 minuti. Un brusco ko per i Tricolores che interrompono la loro serie positiva di 4 risultati e restano in bilico nella zona calda della classifica.

AZ, SECONDA POSIZIONE E PSV STACCATO: WILLEM II, NUOVO STOP DOPO 4 TURNI

L’AZ Alkmaar dimostra, ancora una volta, di essere una delle formazioni più in forma della competizione: la vittoria per 1-0 contro il Willem II arriva dopo una partita giocata interamente in inferiorità numerica, con Koopmeiners espulso dopo appena 5 giri di orologio. I padroni dello Stadio Willem II non riescono ad imporsi e crollano sotto l’offensiva nemica.

Pronti, partenza e via e Teun Koopmeiners torna immediatamente negli spogliatoi per un brutto fallo che l’arbitro giudica da rosso diretto: il centrocampista è stato accostato spesso alla Roma nell’ultimo periodo e qualche voce di mercato potrebbe averlo distratto. Errore banale e non da lui che compromette la trasferta della sua squadra: Jansen non si scompone, non ricorre a sostituzioni e riposiziona i suoi 10 in campo in modo da non perdere l’incisività in attacco. Il primo tempo si chiude sullo 0-0 con un AZ in difficoltà ma vivo e un Willem II sprecone e poco cinico, incapace di uccidere il nemico quando mortalmente ferito. Nella ripresa, gli ospiti salgono in cattedra e, nonostante l’uomo in meno, trovano il vantaggio con Gudmundsson all’ora di gioco: sembra tutto buono ma il VAR annulla per fuorigioco, riportanto il risultato in parità. I biancorossi non ci stanno e continuano a premere e, al 72′, nuovamente l’ islandse riesce a bucare Muric per il definitivo 1-0. I Tricolores si svegliano e provano a recuperare una gara che sentivano in pungo e che avrebbero potuto gestire con più serenità.

Al triplice fischio, può esultare la compagine di Alkmaar che strappa 3 punti d’oro per la corsa ad un posto in Europa: vantaggio che aumenta sul Psv che, però, deve ancora disputare una gara. Jansen sorride, guarda in alto e vede solo l’Ajax, troppo distante per pensare ad un possibile recupero. Terzo successo consecutivo in campionato dopo il ko contro il Vitesse e secondo posto consolidato. Diverso il discorso per il Willem II che blocca una serie positiva di 4 risultati che avevano permesso di abbandonare la zona retrocessione dell’Eredivisie. Non sono sicuramente queste le partite da vincere ma un vantaggio numerico per 85 minuti di gara non può non essere sfruttato proprio in una situazione di totale emergenza dove ogni punto può decretare la permanenza nella massima divisione olandese.