Una partita da non sbagliare; il Lipsia, dopo due pareggi e altrettante sconfitte tra Bundesliga e DFB-Pokal, aveva l’occasione per ritrovare punti fondamentali nella corsa al Meisterschale. Alla Red Bull Arena arrivava l’avversario migliore, quel Werder Brema in profonda crisi di risultati (una vittoria nelle ultime cinque) e sempre più vicino alla retrocessione. I ragazzi di Nagelsmann avevano una sola opzione: vincere. Missione compiuta senza faticare più di tanto. Tre a zero con protagonista Schick (un goal e un assist) per tornare in testa alla classifica aspettando il risultato del Bayern Monaco. L’unico dato negativo del pomeriggio riguarda Werner che, per la quinta partita consecutiva, non ha trovato la via della rete.

Lipsia, un successo per ripartire

Il miglior modo per ripartire dopo un periodo complicato era vincere; Schick e compagni ci sono riusciti e, nonostante l’avversario fosse decisamente alla portata, le insidie erano tante. In primis al Lipsia serviva uscire da una mini crisi in cui il club era entrato post sconfitta con l’Eintracht. La seconda difficoltà riguardava il Werder, una squadra senza nulla da perdere vista la situazione di classifica. Ostacoli superati grazie anche alla rete di Klostermann; il goal del difensore, infatti, ha sbloccato mentalmente la squadra e incanalato il match verso una vittoria fondamentale. Il Lipsia torna in testa ed è pronto a far ripartire il duello con il Bayern.

Werder Brema, crisi senza fine

Quarta sconfitta consecutiva, peggior difesa della Bundesliga con cinquantuno goal al passivo e la sensazione di come i ragazzi di Kohfeldt non abbiano la forza di reagire per andarsi a prendere la salvezza. Oggi il copione per i Grün-Weißen è stato lo stesso delle ultime partite: la squadra prova a tenere il campo per poi crollare alla prima difficoltà. L’unica speranza per salvare la stagione è vincere la DFB-Pokal; non sarà semplice ma, al momento, sembra essere più alla portata di una salvezza veramente complicata.