C’è un centrocampista appena arrivato dal mercato che fa già impazzire il Boca Juniors: no, non è Daniele De Rossi, che ancora non ha svolto un allenamento con la sua nuova squadra, ma Alexis Mac Allister. Uno dei colpi del mercato xeneize, simbolo di una rivoluzione che sembrava annunciata per lo scorso gennaio e che invece gradualmente si sta proponendo in questi mesi.

Era famoso ai tempi dell’Argentinos Juniors per una particolare storia, quella che l’aveva visto giocare nella stessa partita assieme ai due fratelli Francis e Kevin, onorando una buona tradizione calcistica di famiglia. Un po’ come il suo nuovo compagno di squadra Mauro Zárate, che condivise il settore giovanile addirittura con tre fratelli, senza però mai giocare una partita in prima squadra assieme a loro.

Gli ultimi tre fratelli ad aver giocato assieme nel campionato argentino erano stati i Caso Rafael, Alfonso e Vicente, ma bisogna tornare addirittura ai tempi dell’era amatoriale nel 1916.

Dei Mac Allister però Alexis è decisamente quello con maggiore talento: lo dimostra il suo arrivo al Boca e soprattutto la maniera in cui si è presentato. Un super gol contro l’Atlético Paranaense, importantissimo per il discorso qualificazione in Copa Libertadores visto che la partita è stata vinta dagli Xeneizes per 1-0 in Brasile. Successo merito non solo del gol suo ma anche dell’errore dal dischetto di Marco Rubén, che all’ultimo secondo ha sbagliato un rigore concesso con enormi polemiche dal Var.

Ci sarà tra una settimana il ritorno alla Bombonera, dove potrà finalmente presentarsi in partite ufficiali ai nuovi tifosi. Tifosi che probabilmente sperano di vedere, anche se le possibilità al momento sono molto basse per questioni fisiche, anche l’esordio di De Rossi, il più atteso degli acquisti di questa sessione. Male che vada si dovranno accontentare di vedere ancora una volta il Macnífico Mac Allister, e viste le premesse la situazione non è così male.