Non sente la pressione il Psv che vince agevolmente contro il Waalwijk e torna in vetta all’Eredivisie: dopo un avvio un po’ difficoltoso, i Boeren hanno sbloccato la sfida e, poi, hanno calato un poker che ha chiuso definitivamente i giochi. La risposta all’Ajax è stata immediata e il successo garatisce anche un distacco più ampio sul Feyenoord sconfitto: Schmidt può centrare il titolo di campione d’inverno, basterà non steccare la prossima gara prima della sosta invernale.

VERTESSEN E GAKPO FANNO FELICE IL PSV: L’AJAX RESTA DIETRO

La prima posizione è salva con il Psv che liquida facilmente un avversario al di sotto del suo tasso tecnico: il Waalwijk non può nulla contro la formazione guidata da Schmidt che sta entrando sempre più nella testa dei suoi giocatori. L’Ajax non perde punti nel De Klassieker e i Boeren rispondono con una prestazione importante, impreziosita da ben 4 reti: i biancorossi tornano in vetta, con una lunghezza di vantaggio e distanziano ulteriormente il Feyenoord, adesso a -4.

Il match è abbastanza ostico all’inizio, con il Psv che prende le misure degli avversari: al Mandemakers Stadion gli ospiti devono fare subito a meno di Doan e Bruma costretti ad uscire per infortunio. A sostituitli ci pensano Carlos Vinicius e Vertessen e questa mossa si rivelerà vincente per il tecnico tedesco: passano solo 6 minuti e lo svedese sblocca il risultato bucando Vaessen. La punta, non contenta, siglerà una doppietta, calando il poker: 6° centro in 15 partite per il ragazzo che sta dimostrando di essere sempre più determinante negli schemi di Schmidt. Prima del duplice fischio, Gotze raddoppia ma tutto viene annullato per fuorigioco. L’1-0 distrugge le speranze del Waalwijk che smette di resistere e si sfalda sotto i colpi di artiglieria del Psv: nella ripresa si chiudono i giochi con Gakpo e Mwene. Inutile la realizzazione di Odgaard per il 4-1 che rende solo meno pesante il passivo, già abbastanza ampio.

Tanti applausi per i Boeren che si stanno dimostrando la vera alternativa alla lotta per il titolo: l’Ajax non può abbassare la guardia mentre il tecnico Schimidt può sorridere nonostante i tanti stop dei suoi giocatori. Dopo aver perso per tanto tempo i suoi pezzi pregiati, ha riavuto a disposizione tutti ma, adesso, sono le alternative ad avere problemi di condizione. Manca una sola partita alla sosta invernale che è una vera e propria manna per il club di Eindhoven che si potrà concetrare sul recupero di tutti gli effettivi. Un altro successo garantirebbe il titolo di campioni d’inverno: il Psv mette il turbo e attende il meritato riposo anche perchè, alla ripresa a gennaio, la seconda gara sarà lo scontro diretto contro l’Ajax.