Il Psv batte facilmente l’Heracles e torna in testa all’Eredivisie, in attesa che l’Ajax scenda in campo contro il Waalwijk: il successo ha permesso anche di distanziare il Feyenoord, bloccato dal Groningen sull’1-1. Tutto facile per gli uomini di Schmidt che calano un tris che non ammette repliche: Veerman, Zahavi e Gakpo chiudono i conti con Gotze e Madueke nel ruolo di assistman. Gli ajacidi, adesso, sono chiamati a dare una risposta per ritornare sul gradino più alto del podio.

IL PSV TORNA PRIMO: FEYENOORD TENUTO A DISTANZA E TANTA PRESSIONE SULL’AJAX

Un primato che probabilmente durerà poche ore, scanso miracoli del Waalwijk, ma il risultato regalato al Philips Stadion sottolinea come i Boeren abbiamo ritrovato gioco, equilibrio e, soprattutto, cattiveria sotto porta. Il Psv domina per tutti i 90 minuti, calando di concentrazione solo sul momentaneo 2-1 di Armenteros, tornato al gol con la maglia dell’Heracles. Schmidt può essere soddisfatto dei suoi ragazzi che hanno conquistato la finale di KNVB Beker, gli ottavi in Conference League e sono tornati in lotta per il titolo in Eredivisie. 

La partita ha ben poco da raccontare con i padroni di casa in vantaggio, dopo 20 minuti, grazie alla realizzazione di Veerman: il giovane si sta dimostrando un fantastico acquisto per la prima squadra con tanto marcature pesanti e assist decisivi. Al momento, il classe ’98 arrivato nel mercato invernale dall’Heerenveen, ha già realizzato 2 reti in Eredivisie con il club di Eindhoven e ha regalato anche 3 suggerimenti vincenti: un ottimo apporto alla causa del tecnico tedesco che ha trovato il suo jolly di centrocampo. Nella ripresa, firma il taccuino anche Zahavi, pienamente recuperato sia sul lato fisico che su quello realizzativo: l’israeliano è al 6° centro in campionato con 4 assist a favore dopo aver definitivamente superato l’infortunio al ginocchio. A chiudere i conti ci pensa Gakpo, bravo a rispondere immediatamente al 2-1 targato Armenteros: il giovane, che ha appena rinnovato con il Psv, si regala l’8° sigillo nella massima divisione olandese insieme a 11 passaggi decisivi. 

Schmidt può ritenersi soddisfatto con un trionfo che permette di riscavalcare l’Ajax in classifica: Ten Hag deve ancora scendere in campo contro il Waalwijk e tutto fa pensare che non ci sarà un altro scivolone dei campioni d’Olanda. I 3 punti, però, permettono di prendere ulteriore vantaggio sul Feyenoord e di distanziare così il terzo posto in modo quasi definitivo: ci vorrà un miracolo per Slot per poter prendere la seconda piazza e volare direttamente ai preliminari di Champions League.