Il calciomercato è iniziato da pochi giorni ed il Real Madrid sta facendo incetta di giovani talenti, proprio come nell’estate del 2013 quando vennero acquistati parecchi giocatori sotto i 21 anni di età, una mossa che si sarebbe poi rivelata azzeccatissima visto che la squadra dell’allora mister Carlo Ancelotti alzò al cielo di Lisbona la tanto inseguita decima Champions League della propria storia. Da quel giorno fino ad oggi le merengues hanno trionfato altre due volte nella massima competizione per club e proprio in questa sessione di mercato la società ha deciso di ringiovanire la rosa, proprio come nel 2013.

Quattro anni fa vennero acquistati ben 5 giocatori sotto i 21 anni, il primo che salta all’occhio è Alvaro Morata che, fresco di vittoria dell’Europeo Under 21 oltre che vincitore della Scarpa d’Oro del torneo, giocò una buonissima stagione con un gol segnato in Champions League e 8 nella Liga in 23 presenze. Oltre all’attaccante passato anche dalla Juventus anche Nacho faceva parte di quella rosa che diventò campione d’Europa, il difensore centrale classe 1990 non giocò molte partite ma fu fondamentale come ricambio dei giocatori più quotati.

Un altro giocatore che fu importantissimo in quella stagione e che tutt’ora è proprietario della fascia destra di difesa è Carvajal, il classe 1992 nativo di Leganés venne ripreso dal Real Madrid dopo un anno al Bayer Leverkusen, dove diventò presto un punto fisso della formazione tedesca. Con la maglia delle merengues Carvajal giocò ben 31 partite di Liga nella stagione 2013/2014 e 10 in Champions League.

In quell’estate ci furono anche due acquisti molto importanti dal punto di vista economico, arrivarono infatti Isco, pagato 30 milioni di euro dal Malaga e Illarramendi, per lui i blancos sborsarono 32 milioni. Isco fu subito determinante con la maglia del Real Madrid, nella sua prima stagione all’ombra del Santiago Bernabeu giocò 32 partite in campionato e 12 in Champions League segnando 11 gol in totale, un bottino molto corposo per un talento che tutt’ora illumina i campi di tutta Europa con la sua infinita classe. Anche Illarramendi fu molto importante per il Real in quella stagione, l’attuale centrocampista della Real Sociedad giocò 40 partite tra Liga e Champions segnando 2 gol totali.

Come avete potuto notare tra questi 5 nomi ce ne sono 4 che tutt’ora fanno parte della rosa del Real Madrid, 3 di questi con ruoli molto importanti, Morata, Isco e Carvajal sono stati fondamentali nella stagione appena conclusa per far si che le merengues vincessero sia la Liga che la Champions League.

Detto dei giovani acquistati nell’anno della Décima, in questa sessione di calciomercato il Real è scatenato nell’acquisizione delle prestazioni sportive di giocatori giovani che, tra l’altro, si sono messi in mostra nell’Europeo under 21 perso dalla Spagna in finale contro la Germania. L’unico che fa già parte della rosa delle merengues, ma che merita comunque di essere nominato, è Marco Asensio, il fantasista spagnolo è stato determinante nella stagione 2016/2017 visto che è stato in grado di non far rimpiangere un fenomeno come Gareth Bale nel brutto infortunio occorso al gallese, la classe e la personalità di questo ragazzo ci fanno pensare che Asensio sia in prospettiva futura uno dei possibili migliori giocatori dell’intero panorama europeo.

Proseguiamo con Marcos Llorente, il centrocampista centrale classe 1995 si è messo in mostra durante tutta la Liga con la maglia dell’Alavés, squadra che con la sua tecnica e il suo spiccato senso tattico, oltre che grazie ad una capacità di recuperare palloni davvero molto importante, ha trascinato in finale di Copa del Rey dove poi è arrivata la sconfitta per mano del Barcellona. Un ritorno importante con Llorente che ha tutta l’intenzione di imparare più cose possibili nel caso avesse la possibilità di allenarsi giornalmente al fianco di giocatori come Kroos o Modric.

Le notizie che si susseguivano negli ultimi giorni in queste ultime ore hanno trovato conferma, ecco quindi che si aggiunge un altro giovanissimo alla corte di Zidane, parliamo di Dani Ceballos che ha attirato gli occhi di tutta Europa su di sé dopo aver giocato uno splendido Europeo under 21, il centrale di centrocampo spagnolo dovrebbe costare alle casse del Real Madrid qualcosa come 15 milioni di euro, bonus esclusi.

Infine ecco gli ultimi due nomi, Vallejo e Borja Mayoral, il primo è un difensore centrale e pochi giorni fa è stato ufficialmente presentato, classe 1997 il giocatore spagnolo è in grado di ricoprire sia il ruolo di centrale di difesa che quello di terzino destro. Il secondo è tornato dal prestito al Wolfsburg ed è pronto a giocarsi le sue carte per guadagnarsi un posto nella rosa del Real Madrid, squadra con cui è cresciuto e con cui ha fatto tutta la trafila delle giovanili.