Lo Sparta Rotterdam ha iniziato il campionato nel migliore dei modi, staccandosi subito dalla zona retrocessione: un passo veramente importante quella della formazione biancorossa che sta facendo dimenticare le stagioni dove l’unica soddisfazione era la salvezza conquistata all’ultima giornata. Altro tris rifilato in campionato, Het Kasteel trasformato in un fortino e zona playoff di Conference conquistata con solo 4 punti in meno dei cugini del Feyenoord che, però, hanno una partita ancora da disputare che sarà recuperata tra 2 settimane.

SPARTA ROTTERDAM: ATTACCO PROLIFICO, HET KAASTEL FORTINO E STEIJN GENERALE

A differenza degli altri anni, questa volta stiamo parlando di uno Sparta Rottedam che sta sorprendendo in modo positivo, invece dei pessimi risultati incassati in passato. La formazione guidata da Steijn sta lasciando a bocca aperta critici e tifosi che non credono nell’ottimo e inaspettato avvio del proprio club.

I biancorossi di Rottedam, con l’ultima vittoria per 3-1 contro il Fortuna Sittard, balzano al 6° posto provvisorio e in piena lotta per un posto nei playoff di Conference messi in palio dall’Eredivisie. Bottino di 20 punti in 11 partite con 6 vittorie, 2 pareggi e 4 ko: l’Het Kasteel è diventato un vero e proprio fortino con 7 partite disputate tra le mura amiche e ben 5 successi e solo 2 sconfitte. I trionfi sono arrivati tutti contro formazioni che sono dirette concorrenti alla permanenza in Eredivisie, ma con questo passo, Steijn potrebbe conquistare l’obiettivo di inizio anno già al giro di boa del campionato. Il merito primario è proprio dell’allenatore che è riuscito a dare un’identità alla squadra, rendendola più solida in difesa e più letale in attacco: è vero che la maggior parte di queste caratteristiche, però, si intravedono solo nello stadio di casa, mentre in trasferta c’è ancora molto da lavorare.

Lontano da Rotterdam, lo Sparta ha messo in cassaforte solo 5 punti in 5 partite, perdendo anche il derby per 3-0 contro il Feyenoord: c’è bisogno di un po’ più di coraggio quando il supporto dei tifosi non è caldo come nelle gare casalinghe. Ma, nonostante tutto, il passo in casa è al momento sufficiente per far sognare dirigenti e tifosi: il mercato ha regalato ottimi innesti che sono andati a puntellare quelle zone di campo che erano il vero punto debole della squadra. Il vero colpo è stato il difensore venticinquenne del Lommel, autore già di 4 reti, precisamente due doppiette: Verschueren è arrivato a parametro zero e sta dando ottimi risultati come mediano. Non è da dimenticare anche l’apporto dell’attaccante Vito Van Crooij con 6 realizzazioni in 11 partite, mentre nella scorsa stagione il suo record era stato i 5 in 32. Il 4-2-3-1 mette lo Sparta in una condizione di poter attaccare e di potersi difendere con tanti uomini: i mediani recuperano palloni e impostano, mentre le ali volano ed affondano per poi ripiegare in difesa. Un lavoro duro per i ragazzi di Steijn che, però, sta dando i suoi frutti soprattutto a livello di punteggio.

Un bel passo avanti per il club di Rotterdam che, adesso, può sognare in grande invece che pensare solo alla solita salvezza annuale.