Ottimo inizio di 2021 per il Vitesse che riparte con un successo e avvicina le prime posizioni grazie al 2-0 rifilato all’Heracles. 3 punti fondamentali in vista del big match tra Ajax e Psv: un pareggio sarebbe l’ideale per i gialloneri che guadagnerebbero terreno su entrambe le rivali. Il risultato migliore è, sicuramente, la mancata vittoria dell’Ajax che riaprirebbe le sorti di un’Eredivisie che era stata consegnata nelle mani di Ten Hag.

BERO È IL PRIMO MARCATORE DEL VITESSE NEL 2021: LA VETTA È A -2

Parte con un sorriso il nuovo anno del Vitesse che tenta di accorciare immediatamente sulle prime due posizioni: l’Ajax sarà impegnato contro il Psv in un big match che lascerà qualche ferita. Il club di Arnhem si fa trovare pronto e torna a -2 dal primo posto, con i Boeren a strettissimo contatto: il 2-0 al Polman Stadion è stato essenziale per sottolineare come i gialloneri siano ancora in corsa per il ruolo di outsider.

Il match in casa dell’Heracles non è stato facilissimo ma, alla fine, un pizzico di fortuna e una bella realizzazione di Bero hanno portato il Vitesse al primo successo nel 2021. La prima frazione di gioco è abbastanza equilibrata con gli ospiti che premono ma non incidono più di tanto: a sbloccare l’incontro è un’autorete di Propper che, a 5 dal duplice fischio, infila la sfera nella propria porta, con un intervento sfortunato. Al ritorno dagli spogliatoi, i ragazzi di Letsch sono più convinti e decisi nel chiudere il prima possibile la partita: i tre punti sono troppo importanti per restare attaccati al treno per il titolo. Anche la ripresa è un bel testa a testa tra i due club, ma il Vitesse ha il pieno controllo della gara con un buon possesso palla: a chiudere definitivamente i conti ci pensa Bero negli ultimi 10 minuti, sfruttando un ottimo assist di Dasa.

Il 2-0 è un ottimo risultato per gli ospiti che iniziano con un bel clean sheet e avvicinano le prime posizioni guadagnando, in qualunque caso, punti importanti. Letsch ha lavorato tantissimo sulle difesa che resta tra le meno perforate della competizione: attualmente è in terza posizione (12 marcature al passivo) dietro solo a Psv e Ajax che, però, hanno una partita in meno. Il tecnico tedesco ha adottato la formula della difesa a 5 con Bazoer nel ruolo di centrale e ulteriormente arretrato rispetto ai ruoli occupati in passato: i due terzini si sganciano facilmente per dare un appoggio alla manovra offensiva, ma diligentemente ripiegano senza mai lasciare scoperta la retroguardia. Dasa e Wittek stanno dimostrando di avere il fiato e la tecnica giusta per regalare assist ai compagni d’attacco: Openda e Darfalou restano a secco in questa occasione, ma quando non riescono a gonfiare la rete ci pensa il centrocampo a sopperire a questa mancanza grazie alla tecnica e agli inserimenti di Bero e Tannane. Il Vitesse ci crede e vuole rimanere nelle zone più alte della classifica ancora per molto tempo.