L’Eredivisie si riapre e proprio al giro di boa: nell’ultima giornata del girone d’andata, l’AZ Alkmaar batte per 1-0 l’Ajax e agguanta la vetta, sognando il titolo del 2008-2009. Ten Hag chiude malamente una settimana nera con 3 ko che hanno compromesso la facile corsa al primato e l’avventura in Champions League, conclusasi con una retrocessione in Europa League. Slot continua a non subire reti e si gode il gradino piú alto del podio ad una partita dalla sosta natalizia.

AJAX A PICCO: FUORI DALLA CHAMPIONS E KO CHE RIAPRE L’EREDIVISIE

L’Ajax cade nuovamente nel suo stadio da incubo: l’AFAS Stadion. Gli ajacidi, prima di cadere lo scorso weekend contro il Willem II, avevano incassato l’ultimo ko proprio ad Alkmaar contro l’AZ guidato da Van den Brom. 25 gare dopo, sono sempre i biancorossi a giocare un brutto scherzo ai rivali che perdono la testa solitaria della classifica. La prestazione di Slot é sopra le righe, con una formazione che non sbaglia nulla in fase difensiva (altro clean sheet) e colpiscono nel finale con il solito Boadu, autore di una stagione fantastica.

L’attaccante sale in testa alla classifica cannonieri, raggiungendo Berghuis, Malen e Dessers a quota 11. Il tecnico ha sempre avuto fiducia nel ragazzo che sta trascinando i compagni a suon di gol: inserimenti precisi, compo di testa e tiro di destro sono il biglietto da visita di un giovane che sta interessando a diverse formazioni europee. La difesa non si fa intimorire dall’attacco, rimaneggiato, di Ten Hag che rimane a secco per il terzo incontro consecutivo: un dato curioso visto il ritmo di 3.5 realizzazioni ogni 90 minuti della compagine di Amsterdam. Il reparto dell’AZ non sbaglia nulla chiudendo con l’ennesima porta inviolata e il record del portiere Bizot che aumenta ancora. Sono solo 8 i centri al passivo per un reparto che sta regalando un sogno a tutta la cittá di Alkmaar.

Chiude nel peggiore dei modi una settimana nerissima l’Ajax che deve salutare la Champions e il primato solitario dell’Eredivisie: le assenze di Neres, Promes, Labyad, Blind e Dest chiamano Ten Hag a ricostruire la struttura degli 11 titolari che falliscono per la terza volta in 7 giorni. Manca la fantasia in avanti, mentre Tadic e Huntelaar sono troppo isolati nelle loro incursioni. La difesa traballa e soffre di cali di concentrazione come visto anche con Willem II e Valencia. Il campionato é totalmente riaperto l’AZ che aggancia l’Ajax in testa e con i Tricolores che si affacciano in terza posizione a 9 lunghezze: tutto torna in gioco al termine del girone di andata grazie a Slot e ai suoi ragazzi che hanno deciso di rovinare i piani dei campioni d’Olanda.