E’ stata una stagione complicata per il Valencia; il club, infatti, ha chiuso il campionato al nono posto e il prossimo anno non prenderà parte a nessuna competizione europea. Tra le tante cause del disastro abbiamo, senza ombra di dubbio, la questione allenatore; Marcelino (esonerato perché aveva bloccato la cessione di Rodrigo) e Celades allontanato per colpa di un presidente mai pienamente soddisfatto del lavoro svolto dai suoi dipendenti. Un altro motivo che ha contribuito al posizionamento finale è stato il rendimento, decisamente negativo, di alcuni elementi; andiamo ad analizzare note positive e non messe in mostra dal Valencia.

Valencia, i migliori della stagione

Maxi Gomez

Preso dal Celta Vigo nel corso della scorsa estate si è rivelato il miglior acquisto del club; dieci goal (miglior capocannoniere della squadra) e la dimostrazione di poter essere il punto di partenza per la prossima stagione. Attaccante forte fisicamente, abile nel gioco aereo e con la capacità di far salire la squadra; ha ampi margini di miglioramento ma l’età è dalla sua parte.

Parejo

Passiamo ora al cervello della squadra, il giocatore da cui passano tutte le azioni del Valencia; otto goal e tre assist il bottino di Parejo che lascerà il club. Una perdita pesante considerando le qualità tecniche del classe 1989; il numero dieci, nonostante tutte le difficoltà che hanno colpito la squadra, ha saputo dare un contributo importante.

Rodrigo

Quattro goal e sette assist; non proprio un grande rendimento quello avuto dall’attaccante. Nella difficile stagione del classe 1991, però, bisogna sottolineare il fatto che l’estate scorsa il giocatore era stato ceduto all’Atletico Madrid salvo poi rimanere al Mestalla. Nonostante tutto Rodrigo ha avuto il merito di realizzare la rete più importante della stagione, quella in casa dell’Ajax che ha permesso alla squadra di accedere agli ottavi di finale di Champions League.

Rodrigo, Valencia

Manuel Queimadelos Alonso/Getty Images

Valencia, i peggiori della stagione

Cillessen

Tra le note negative non possiamo non menzionare Cillessen; l’estremo difensore ha vissuto una stagione decisamente complicata e i suoi errori hanno contribuito, in maniera decisiva, a a rendere la difesa del Valencia la settima peggiore della Liga. Anche lui, come Parejo, sarà ceduto ma a differenza del numero dieci le motivazioni sono decisamente più comprensibili.

Diakhaby

I centrali del Valencia hanno disputato una stagione decisamente sotto le aspettative; Diakhaby, dei due difensori, è stato quello meno affidabile. Tanti, troppi, gli errori commessi dal giocatore francese sia in fase di posizionamento sia nell’uno contro uno. Nonostante la giovane età (parliamo di un classe 1996) i margini di miglioramento sembrano decisamente pochi.

Diakhaby

Manuel Queimadelos Alonso/Getty Images

Cheryshev

Un solo goal e due assist quelli realizzati da un giocatore che avrebbe potuto, e dovuto, fare molto di più. Attaccante esterno in grado di ricoprire tutti i ruoli alle spalle della prima punta, dispone di ottima velocità e grande tecnica specie nell’uno contro uno. Caratteristiche mai espresse all’interno di una stagione decisamente complicata.