Ha veramente dell’incredibile il passo che sta tenendo l’Emmen che, da sicura retrocessa, ha riaperto lotta per la permanenza in Eredivisie: dopo un prima parte di stagione passato da fanalino di coda con meno di 10 punti al giro di boa, i biancorossi hanno reagito con il nuovo allenatore e, adesso, possono sperare nel miracolo con una risalita fantastica. Superato e distanziato l’Ado den Haag, ora, l’obiettivo è Willem II e Venlo che continuano ad inciampare: un solo punto divide la compagine dal paradiso.

EMMEN, UNA RISALITA INASPETTATA: DALLA RETROCESSIONE ALLA POSSIBILE PERMANENZA

La vera sorpresa del 2021 è l’Emmen che sta risalendo la classifica dopo aver rischiato di chiudere come ultima e con nessuna vittoria per tutto il girone d’andata: il nuovo anno ha regalato nuova linfa, soprattutto con gli innesti del mercato invernale e il neo tecnico che ha saputo dare i giusti stimoli ad una rosa che, ormai, si vedeva già in Eerste Divisie.

Importantissimo il trionfo contro il Fortuna Sittard per 3-1 al Wagner & Partners Stadion che da seguito ad una solida striscia positiva composta da 4 successi e 3 pareggi: la difesa sembra aver trovato il giusto assetto con molta più attenzione e concentrazione. La media resta di almeno una rete a partita, ma rispetto al passato il tiro è stato modificato. Anche l’attacco si è finalmente svegliato, con molto più cinismo e sicurezza sotto porta: in 3 delle ultime 4 vittorie, il reparto offensivo ha siglato ben 3 reti con il restante 1-0 rifilato all’Utrecht. Ultee ha modificato l’Emmen sia psicologicamente che tatticamente con una rosa che adesso gioca a calcio, non ha fretta di colpire e riesce ad essere letale quando si avvicina alla porta avversaria.

Nella gara contro i gialloverdi, il primo tempo è in pieno controllo degli ospiti che, però, centrano la porta in una sola occasione su 7. Nella ripresa la musica non cambia ma gli ospiti sono più cinici: ad aprire le marcature ci pensa Pena su rigore, dopo l’espulsione di Janssen per rosso diretto. L’inferiorità numerica si rivelerà decisiva poichè concessa dopo appena 5 minuti del secondo tempo: l’Emmen vede l’avversario ferito e raddoppia con Gladon ma il VAR cancella la realizzazione per fuorigioco. Il Fortuna Sittard si chiude e regge all’urto e, all’85’, trova il pari con il contropiede finalizzato da Emmanouilidis: doccia fredda per gli ospiti che si compattano e tentano il tutto per tutto con il forcing finale. La tattica paga con un altro penalty decretato dal direttore di gara: dal dischetto si presenta Bijl che non fa rimpiangere Pena per il momentaneo 1-2. Nel finale, a rendere il passivo ancora più pesante ci pensa Gladon, questa volta senza interferenze della tecnologia.

3 punti d’oro, Ado den Haag sempre più staccato con Venlo e Willem II che si avvicinano notevolmente: la salvezza dista solo un punto e, adesso, è impossibile non credere nel miracolo.