Dici Siviglia, pensi all’Europa League. Associazione immediata nel calcio di oggi, per chi ha vissuto l’epoca più gloriosa della storia del Barrio di Nervión. Ma la vittoria di questo trofeo qualifica in automatico alla Supercoppa Europea, trofeo dove è stato sicuramente più difficile trovare successi per il club andaluso. In Coppa Uefa/Europa League le vittorie sono state sei su sei tentativi, ma in Supercoppa com’è andata al Siviglia? Scopriamolo con questo approfondimento.

L’unica vittoria del Siviglia in Supercoppa Europea

Su cinque tentativi solo uno è andato a buon fine, il primo in assoluto. Nella Supercoppa del 2006, quella in cui il Siviglia si è qualificato grazie alla splendida vittoria per 4-0 contro il Middlesbrough ad Eindhoven, il Siviglia ha battuto il Barcellona per 3-0 a Montecarlo, con reti di Renato, Kanouté e Maresca: si tratta forse dell’impresa più grande ma allo stesso tempo più dimenticata della storia di questo club, capace di  vincere nettamente contro una squadra che si presentava col tridente Messi-Eto’o-Ronaldinho, per quanto la squadra fosse ancora incompleta e destinata a essere ricostruita nel giro dei due anni successivi. Questo è l’unico successo del Siviglia in Supercoppa Europea, ma non l’unica sfida contro una spagnola: in realtà su cinque precedenti addirittura quattro volte questo trofeo se l’è giocato contro una connazionale, e quella col Bayern sarà solo la seconda volta in cui avrà una sfida internazionale.

siviglia barcellona maresca ronaldinho

(Photo by Luis Bagu/Getty Images).

Le quattro sconfitte consecutive

In tutti gli altri incontri il Siviglia è uscito sconfitto. La prima finale internazionale persa nella sua storia è quella contro il Milan del 2007, che fino al fischio d’inizio della sfida col Bayern rimarrà l’unica partita giocata contro una squadra non spagnola. Quel match viene ricordato per essere il primo giocato dopo la morte della bandiera Antonio Puerta, scomparso dopo una crisi cardiaca avuta nel match precedente.

Da lì in poi tutte sfide tra spagnole: la più bella è sicuramente quella del 2015 contro il Barcellona, terminata ai supplementari sul risultato di 5-4 per i blaugrana e ricordata in assoluto come la finale più emozionante di sempre di questo torneo, decisa dalla rete di Pedro. Equilibrata anche quella del 2016 contro il Real Madrid, anch’essa terminata ai tempi supplementari, ma sul punteggio di 3-2 a Trondheim. L’unica sconfitta ai tempi regolamentari contro una spagnola è sempre contro il Real Madrid, ma nel 2014 a Cardiff per 2-0.

Il bilancio in generale è negativo, ma non c’è da sorprendersi visto che il Siviglia si è qualificato sempre da vincitrice della Coppa Uefa/Europa League. Già aver trovato un successo, peraltro contro una squadra di enorme livello, rende onore alla storia di questo club, che è uno dei pochi spagnoli ad aver vinto più di una competizione europea.