Nella scorsa stagione ha trovato la salvezza senza troppe difficoltà mettendo dieci punti di vantaggio rispetto al Werder Brema, arrivato sedicesimo mentre quest’anno si ritrova, dopo sette giornate, quinto a meno tre dal quarto posto. Parliamo dell’Union Berlino, la sorpresa della Bundesliga e quella che possiamo considerare come intrusa nelle prime cinque. Tre vittorie, altrettanti pareggi e una sola sconfitta alla prima contro l’Augsburg; terza miglior difesa con sette gol subiti e secondo attacco più prolifico grazie alle sedici reti realizzate. Numeri importanti per una squadra con l’obiettivo della salvezza ma senza precludersi la possibilità di lottare per obiettivi più importanti. Dopo la sosta un blocco di sei partite (più il Paderborn in DFB-Pokal) per capire le reali ambizioni dell’Union Berlino.

Union Berlino, dove può arrivare la banda di Fischer?

La cosa più importante avute dall’Union Berlino è la continuità; i ragazzi di Fischer hanno iniziato nello stesso modo con cui avevano terminato, con la stessa voglia, lo stesso spirito e lo stesso gioco. Il 4-2-3-1 è il sistema perfetto in grado di esaltare sia il collettivo sia il singolo e, da questo punto di vista, l’arrivo di Kruse è stato un colpo di mercato molto intelligente. Partiamo, però, dalla difesa con la coppia centrale Friedrich-Knoche forte fisicamente, nell’uno contro uno e abile nel gioco aereo; due che, fino a questo momento, non hanno sbagliato nulla grazie anche ad un Gentner pronto ad abbassarsi facendo il terzo centrale. La prima arma offensiva sono i due terzini, Lenz e Trimmel, arrivati già a quota quattro assist. In mezzo al campo l’equilibrio passa da uno come Andrich, perfetto nel gestire le situazioni di gioco a seconda del momento della partita. Nel reparto offensivo, oltre al già citato Kruse (miglior elemento offensivo dell’Union Berlino con tre gol e cinque assist), abbiamo elementi che vanno a chiudere un cerchio perfetto.

Dove possono arrivare i ragazzi di Fischer? La Bundesliga è appena iniziata e l’obiettivo principale deve essere la salvezza. In una stagione così particolare, però, non si può escludere nulla e una squadra solida come l’Union Berlino ha tutto il diritto di sognare in grande.