Un’altra gara storta, un altro match difficile: l’Ajax frena per la prima volta in campionato e dimostra di avere diversi problemi nel gioco, come già accaduto durante la Johan Cruijff Schaal persa a favore del Psv. Un avvio di stagione difficile che Ten Hag non si sarebbe mai aspettato: al De Grolsch Veste, il Twente strappa un pareggio nei minuti finali confermando di essere una delle formazioni rivelazione di questo torneo. Inutile la rete di Haller che viene vanificata da Propper: il Psv resta in testa in attesa delle sfide di Feyenoord e Vitesse.

L’AJAX FRENA: TEN HAG PREOCCUPATO DALLA MANCANZA DI GIOCO E GRINTA

L’Ajax inciampa ancora e a fare notizia è proprio il passo incerto degli ajacidi in questo inizio di stagione: dopo il ko in Supercoppa d’Olanda, arriva il pari con il Twente che va a vanificare l’ottimo esordio contro il neopromosso NEC. I Tukkers si confermano un avversario ostico, ben rinforzati dal mercato estivo e pronti a dare battaglia contro chiunque, per poter accedere ad un posto per la qualificazione ad una competizione europea: i biancorossi di Amsterdam non sono riusciti ad imporre il loro gioco, venendo schiacciati e assediati dai padroni di casa ai quali va stretto il pareggio acciuffato in extremis.

I problemi per Ten Hag sono più grandi del previsto: l’Ajax ha dimostrato di essere fragile, indietro di condizione e con un gioco che latita, soprattutto in fase offensiva con Haller lasciato troppo solo da tutta la squadra. Le stesse lacune si erano viste contro il Psv, molto più pronto viste le diverse gare affrontate nei preliminari di Champions League. In casa dei Tukkers, i campioni d’Olanda buttano alle ortiche un tempo, risultando lenti, prevedibili e senza idee: nella ripresa la scossa arriva da Haller che torna a gonfiare la rete, ma il suo contributo si rivela di poco conto con il Twente che agguanta il pari a pochi minuti dal triplice fischio. L’attenzione difensiva è saltata completamente dopo un match passato a fare gli straordinari: Propper non si è fatto pregare e rovina i piani dell’Ajax e soprattutto di Ten Hag che si trova già ad arginare le voci di una possibile crisi ,che sono tutt’altro che positive per una rosa in difficoltà.

L’Ajax si ritrova a soli 4 punti, non a punteggio pieno come i rivali del Psv: potrebbero raggiungere i Boeren anche Vitesse e Feyenoord che devono disputare ancora una partita. La stagione è appena iniziata e quella della società di Amsterdam è in salita come non capitava ormai da molti anni.