Roland Garros, l’infortunio di Djokovic fa discutere: ecco di chi è la colpa

Oggi il test decisivo per capire se il numero 1 al mondo potrà continuare l’Open di Francia. Intanto spuntano clamorose indiscrezioni sulle cause dell’infortunio

Il mondo del tennis, nella giornata di oggi, è completamente concentrato sulle condizioni del numero 1 nella classifica ATP, Novak Djokovic. Il serbo, infatti, dopo aver battuto Francisco Cerundolo negli ottavi di finale del Roland Garros, ha fatto chiarezza sull’infortunio che lo ha colpito al ginocchio proprio nel corso del match contro l’argentino, lasciando trapelare un’ombra di pessimismo sulla questione. È stato lo stesso Djokovic, inoltre, a suggerire quale potrebbe essere stata la causa del dolore, e se questa indiscrezione dovesse essere confermata, si aprirebbe un’altra polemica clamorosa. Ma vediamo tutto quello che c’è da sapere a proposito.

Djokovic: “il mio infortunio? Ecco di chi è la colpa”

Non so se riuscirò a giocare i quarti di finale”. Con questa frase Novak Djokovic, reduce da un’incredibile vittoria in rimonta contro Cerundolo, durante la quale ha accusato diversi problemi fisici, ha messo in agitazione l’intero mondo del tennis. Il serbo, infatti, non sembra essere troppo ottimista: “Faremo tutti i controlli necessari per capire se ci sono state conseguenze o lesioni. La prima visita effettuata è stata positiva, ma c’è qualcosa che non va”, è quanto dichiarato dallo stesso numero 1 al mondo nella conferenza stampa di rito dopo l’incontro.

Infortunio Novak Djokovic
Infortunio Novak Djokovic | EPA/MOHAMMED BADRA – Footbola

In ogni modo, saranno fondamentali i risultati dei test in programma nelle prossime ore. Il tennista ha poi chiuso la questione dichiarando “Ho chiuso la partita senza dolore, ma potrebbe ripresentarsi. Dolore che avvertivo nel secondo e nel terzo set. I medicinali hanno iniziato a far effetto nel quarto. Ora però il dolore potrebbe ripresentarsi, la cosa positiva è che c’è un giorno di riposo prima del prossimo match. Dico la verità, non so se sarò in grado di scendere in campo e di giocare contro Ruud. Lo spero, ma dobbiamo aspettare”. In caso di rinuncia da parte del serbo, Jannik Sinner diventerebbe ufficialmente il numero 1 al mondo, anche se, ne siamo sicuri, l’altoatesino sarebbe ben più felice di conquistare questo traguardo sul campo.

La possibile causa dell’infortunio

Ma a cosa potrebbe essere dovuto il problema al ginocchio di Djokovic? L’indiscrezione è stata lanciata dallo stesso Novak, e se confermata, questa porterebbe una nuova ondata di polemiche sul torneo parigino, l’ennesima dopo quelle degli scorsi giorni che hanno riguardato il comportamento poco corretto degli spettatori sugli spalti.

Il serbo, dopo gli ottavi di finale, ha criticato duramente le condizioni del terreno di gioco, indicandolo come possibile responsabile del suo infortunio. “Non c’era quasi terra a causa del cambiamento delle condizioni di sole e caldo che hanno portato umidità. Erano presenti zone dove c’era solo cemento – ha dichiarato il serbo, cercando di spiegare le sue sensazioni nel momento in cui ha rischiato di doversi fermare proprio a causa all’infortunio – e altre un po’ fangose. Nel terzo game del secondo set sono scivolato e mi sono fatto male al ginocchio”. Ha poi concluso dichiarando: “Il Roland Garros è di gran lunga il miglior torneo sulla terra rossa, conosco bene le persone che si prendono cura dei campi. Non so cosa abbiano fatto, se abbiano rimosso l’argilla, ma il campo può diventare molto scivoloso in condizioni più calde”.

In queste ore sono attese conferme ufficiali sulle condizioni del numero 1 al mondo, ma se le sue sensazioni dovessero essere confermate, un’altra tempesta si potrebbe abbattere sull’organizzazione del Roland Garros, l’ennesima di questa edizione.

Impostazioni privacy