Giunti alla seconda pausa per gli impegni delle nazionali è il momento di fare un bilancio sui maggiori campionati europei: oggi vi proponiamo un resoconto su tutte le squadre imbattute delle leghe più importanti nazione per nazione. Ecco chi in giro per l’Europa non ha ancora conosciuto la sconfitta.

LIGA (a cura di Massimiliano Perego)

Atletico Madrid – La squadra del “Cholo” Simeone può dirsi assolutamente soddisfatta di come arriva a questo momento di stop perché guarda tutti dall’alto in basso, con i rivali galattici a pari punti ma con una differenza reti inferiore. Come da anni ci abituano i colchoneros il primo dato che balza all’occhio sono i pochissimi gol subiti, difatti dopo i due pareggi ad inizio stagione per 1-1 e 0-0, l’unico gol subito dalla terza alla settima giornata è quello del Barcellona nella partita pareggiata al Camp Nou per 1-1. Le 4 vittorie sono arrivate contro Celta Vigo (4-0), Sporting Gijon (5-0), Deportivo la Coruna (1-0) e Valencia (2-0).

Real Madrid – Le Merengues arrivano sì da imbattuti alla pausa ma con l’umore piuttosto basso, infatti la squadra allenata da Zidane è reduce da 3 pareggi consecutivi nella Liga contro Villareal, Las Palmas ed Eibar e con gli acerrimi rivali dell’Atletico Madrid che li hanno raggiunti in vetta alla classifica. L’inizio di Liga del Real era stato a dir poco scoppiettante con vittorie contro Real Sociedad (3-0), Celta Vigo (2-1), Osasuna (5-2) ed Espanyol (2-0).

Castillejo
Castillejo, centrocampista del Villareal

Villarreal – Dopo molti cambiamenti durante il calciomercato estivo la squadra agli ordini di mister Fran Escribá (subentrato a fine agosto a Marcelino) sta disputando una stagione da assoluta protagonista grazie ad un gioco molto concreto ed efficace, nonostante l’amarezza per il mancato approdo nella fase a gironi della Champions League. Dopo un inizio di campionato con due pareggi, la squadra di Nicola SansonePato, ha vinto la sua prima partita contro il Malaga per 2-0 per poi portare a casa ancora i 3 punti in casa contro la Real Sociedad (2-1) prima di andare a strappare un prezioso punticino in casa del Real Madrid. Nella sesta giornata è arrivata la vittoria per 3-1 contro l’Osasuna e nell’ultimo weekend il tabellino recita un misero 0-0 in casa dell’Espanyol.

BUNDESLIGA (a cura di Saverio Fattori)

Bayern Monaco  – Alla seconda sosta il nuovo Bayern Monaco di Ancelotti è, come da pronostico, in testa al campionato. Il bilancio, per i campioni di Germania, è di cinque vittorie e un pareggio con sedici goal fatti e due subiti; miglior difesa del torneo, grazie anche al rendimento del nuovo acquisto Hummels, e miglior attacco insieme al Dortmund nonostante un Lewandowski a secco da tre partite. Può sembrare strano da dire ma questa sosta arriva al momento giusto per il Bayern che, nell’ultima settimana, ha mostrato evidenti segni di stanchezza vincendo all’ultimo con l’Amburgo, perdendo contro l’Atletico e pareggiando contro il Colonia.

Colonia – Il pareggio, sul campo del Bayern Monaco, ha permesso ai ragazzi di Peter Stöger di mantenere l’imbattibilità stagionale (tre vittorie e tre pareggi con un bilancio di dieci goal fatti e tre subiti). L’ottima prova, fornita sul campo dei campioni di Germania, ha confermato che il Colonia è una squadra tutt’altro che semplice da affrontare: costante pressing per non far ragionare l’avversario e contropiedi letali, grazie alla coppia Osako-Modeste. Compattezza ed equilibrio tra i reparti: queste sono le chiavi, per ora vincenti, di un gruppo che dopo sei giornate si ritrova al terzo posto a meno quattro dalla capolista. Ipotizzare una vittoria del Meisterschale da parte del Colonia è difficile ma non impossibile, perché la squadra non ha coppe e sull’onda dell’entusiasmo potrebbe dare più di qualche preoccupazione al duo Bayern-Dortmund.

Emil Forsberg Fonte: Kicker
Emil Forsberg
Fonte: Kicker

Lipsia – Sta sorprendendo, e non poco, il rendimento del Lipsia, promosso dalla Zweite Liga e ancora imbattuto in questa avventura tra i grandi. I ragazzi di Ralph Hasenhüttl fanno parte del trio di squadre situate al terzo posto con dodici punti. Con cinque goal subiti sono la terza miglior difesa del campionato e, per una squadra che sale dalla seconda divisione, non è assolutamente un brutto risultato. Merito dell’ottimo inizio del Lipsia è sicuramente dell’allenatore che ha saputo inculcare ai propri ragazzi la consapevolezza dei loro mezzi e li sta facendo rendere oltre le più rosee aspettative. Il successo contro il Dortmund e il pareggio contro il Gladbach rendono ancora più prestigioso l’avvio dei ragazzi di Hasenhüttl.

Hoffenheim – Le ultime due vittorie hanno dato aria fresca all’Hoffenheim che altrimenti rischiava di passare la sosta nelle zone basse della classifica. Nagelsmann, dopo il miracolo della scorsa stagione, in questo avvio di campionato si è trovato a dover affrontare le difficoltà nel dover guidare una squadra a partire dai nastri di partenza. Dopo le prime quattro giornate l’Hoffenheim con sette goal fatti e altrettanti subiti era in una posizione scomoda e nonostante l’imbattibilità era venuto più di un  dubbio sulle capacità del giovane allenatore dei Die Blau; i successi contro Schalke e Ingolstadt, però, hanno dato serenità all’ambiente e tracciato la strada da seguire. Bisogna solo mantenere la rotta.

PREMIER LEAGUE (a cura di Simone Gamberini)

Tottenham – In Inghilterra c’è solo una squadra imbattuta ed è il Tottenham. Gli uomini di Pochettino sono la squadra più solida di questo avvio di Premier soprattutto grazie ad un pacchetto difensivo che si concede pochissime sbavature. Gli Spurs hanno subito gol solo in 3 delle 7 partite disputate e in nessuna occasione hanno subito più di una rete. La vittoria prestigiosissima contro il City di Guardiola ha permesso il raggiungimento in solitaria di questo primato e proiettato questo Tottenham ad una nuova stagione da protagonisti; quando durerà questa imbattibilità è tutto da decifrare ma i segnali per un grande campionato ci sono tutti.

fonte immagine: thefantasyfootball.com
fonte immagine: thefantasyfootball.com

GLI ALTRI CAMPIONATI (a cura di Simone Gamberini e Andrea Mariani)

Benfica – Anche negli altri maggiori campionati ci sono squadre imbattute. In Portogallo il Benfica ha cominciato fortissimo ed è l’unica squadra a non aver mai perso. Se in Champions League le cose non vanno benissimo (vedi i 4 gol rimediati in casa del Napoli), le Aguias di Rui Vitoria in campionato viaggiano con un cammino quasi netto: 6 vittorie e un pari nelle prime 7, miglior attacco e difesa del campionato; numeri da capogiro per una squadra costruita per centrare il quarto campionato portoghese consecutivo.

Nizza – In Francia la capolista Nizza è la grande sorpresa dei maggiori campionati europei. Al già clamoroso primato si aggiunge anche il numero 0 nella casella delle sconfitte, risultato di una squadra che sa difendersi come nessun altro in Francia e che valorizza al meglio le proprie chance. In questo dato emergono le qualità del pacchetto arretrato compre il portiere Cardinale, protagonista di un grandissimo avvio di stagione.

Feyenoord – Il Feyenoord giunge alla sosta delle nazionali a punteggio pieno restando l’unico club ad non aver subito sconfitte in Eredivisie. Gli uomini di Van Bronckhorst hanno trovato il giusto equilibrio contando su un attacco in grado di segnare 23 reti in 8 gare, 2,8 di media a gara. Anche la difesa si sta facendo rispettare essendo stata violata solo in 2 occasioni. Fuori casa, gli undici di Rotterdam, non hanno incassato neanche un gol. Il miglior marcatore dei biancorossi è il neo acquisto Jorgensen con 6 centri in 7 gare disputate.