Ci sono biancorossi che proseguono ed altri che salutano l’Europa: l’Utrecht non riesce ad imporsi in terra bosniaca, cedendo ai supplementari al battagliero Zrinjski in grado di rimontare l’1-0 di svantaggio incassato nel primo tempo. Discorso diverso per l’AZ che vola in Svezia e cala un tris che non lascia scampo agli avversari: Van den Brom si mangia le mani pensando alla sua ex squadra promossa al terzo turno, mentre lui è costretto a tornare a casa per preparare l’esordio in Eredivisie.

VAN DEN BROM: IL RIMPIANTO AZ E LA DELUSIONE UTRECHT

Inizia malissimo la stagione dell’Utrecht che abbandona il sogno Europa già al secondo turno preliminare di Europa League: Van den Brom non ha le risposte che cercava dalla squadra che deve arrendersi allo Zrinjski, più combattivo e ben messo in campo. Dopo 45 minuti di equilibrio, a sbloccare l’incontro è Gustafson con una punizione che si deposita in rete per una papera enorme di Brkic. Nella ripresa, i padroni di casa accorciano le distanze con Hadzic e sfiora la rete della vittoria in più occasioni. L’Utrecht scompare dal campo, non regge il ritmo e viene aggredito su ogni pallone dai bosniaci. Non bastano i 90 minuti regolamentari e si giunge ai supplementari: proprio nel secondo tempo aggiunto arriva il colpo della disfatta targato Lendric, subentrato ad Hadzic da pochissimi minuti. Van den Brom ha ancora tanto da lavorare soprattutto sul gioco e sulla testa dei suoi ragazzi: la vera beffa è vedere la sua ex squadra trionfare e volare al terzo turno mentre lui è costretto a salutare l’Europa e pensare solo all’Eredivisie. L’esordio è previsto, in trasferta, contro l’Ado den Haag dove l’obiettivo sarà quello di non fare altre figuracce per ripagare l’affetto dei tifosi che giungeranno a L’Aia.

TIL ZITTISCE LA SVEZIA: AL TERZO TURNO CI SARÀ IL MARIUPOL

Giovedì positivo per l’AZ che riesce ad imporsi sul campo dell’Hacken con un energico 3-0 che fa ben sperare per l’inizio dell’Eredivisie che averrà nel weekend. I ragazzi di Alkmaar vengono trascinati da un fantastico Til, spettatore non pagante nel match d’andata: il giovane si è messo in mostra siglando il definitivo tris ed imbecca Boadu per il momentaneo 1-0 con un assist perfetto. Proprio il giovane attaccante è il coprotagonista del successo finale: la punta, oltre al centro, regala l’assist del 2-0 (Stengs il marcatore) e del 3-0 facendo esplodere il settore ospite del Bravida Arena. Slot può tirare un sospiro di sollievo dopo la partita d’andata giocata su ritmi troppo bassi e con assenza di gioco. Nella gara odierna, l’AZ si riscopre forte, determinato e con degli schemi offensivi che possono far male a qualsiasi avversario. Ovviamente, il dislivello tecnico con gli svedesi ha inciso particolarmente con il risultato ma ha anche dato dimostrazione che gli insegnamenti di Van den Brom non sono stati dimenticati e stanno facendo la fortuna dell’attuale tecnico Slot. Adesso, nel weekend, giunge l’esordio in Eredivisie che potrà essere affrontato con molta più fiducia e tranquillità: il Fortuna Sittard sarà ospite all’AFAS Stadion per chiudere la prima giornata del torneo olandese. La società di Alkmaar vola al terzo turno preliminare di Europa League dove incontrerà gli ucraini del Mariupol.