Il Liverpool si appresta a tesserare il primo giocatore giapponese della storia del club, mettendo sotto contratto, dal mese di gennaio, la stellina del Salisburgo Takumi Minamino per una cifra che si aggira intorno ai 10 milioni di euro. L’esordio del nuovo acquisto dei Reds potrebbe già avvenire il 5 gennaio nel derby del Merseyside contro l’Everton di Carlo Ancelotti. Minamino diventerà il primo calciatore del Sol Levante a vestire la maglia dei campioni d’Europa in carica, ma non è il primo connazionale a tentare l’avventura in Premier League. Prima di lui infatti, sono stati 8 i giapponesi in Premier, due dei quali ancora impegnati in due formazioni del massimo campionato inglese. Scopriamo quali:

Junichi Inamoto

Junichi Inamoto, centrocampista classe 79, è stato il primo giapponese a lasciare il proprio paese per confrontarsi con un campionato prestigioso come la Premier League. Fu l’Arsenal a scommettere su di lui nella stagione 2001-2002, ma la scommessa fu persa dai Gunners che lo lasciarono tornare nel Gamba Osaka, club dal quale era arrivato l’anno prima. Il buon mondiale disputato nel 2002, attirò nuovamente i club inglesi, con il Fulham che ottenne il prestito di Inamoto. La prima stagione fu caratterizzata dai 4 gol tra andata e ritorno, rifilati al Bologna nella finale della Coppa Intertoto, oltre ad una serie di reti di pregevole fattura che convinsero i Cottagers a trattenerlo, prima del grave infortunio che pregiudicò l’affare. L’anno seguente fu il West Bromwich Albion a credere in lui, ma anche con i Baggies l’avventura si chiuse senza particolari sussulti, spingendo il Wba a mandare il giocatore in prestito al Cardiff City. Quella con i Bluebirds fu l’ultima esperienza di Inamoto in Gran Bretagna.

Kazuyuki Toda

Kazuyuki Toda, centrocampista classe 77′, arrivò al Tottenham in prestito dallo Shimizu S-Pulse nel 2003, ma in maglia Spurs non lasciò traccia collezionando solo 4 presenze prima di andare in Olanda.

Hidetoshi Nakata

Hidetoshi Nakata, centrocampista classe 77′, viene acquistato dal Bolton nel 2005 dopo i successi ottenuti in Italia con le maglie di Roma e Parma. Con i Trotters, Nakata disputerà la sua ultima stagione da calciatore professionista, collezionando 21 presenze e 1 gol.

Ryo Miyaichi

Ryo Miyachi, ala classe 92′, fu il secondo giapponese dell’Arsenal, acquistato dai Gunners nel 2011 dopo un periodo di prova che aveva spinto Arsène Wenger a tentare l’ennesima sfida. Miyaichi però, non giocherà praticamente mai con i londinesi, andando praticamente sempre in prestito nelle successive stagioni, due di queste in Inghilterra con Bolton e Wigan, senza mai incidere in maniera importante. Nel 2015 il St.Pauli lo acquista dai Gunners.

Shinji Kagawa

Shinji Kagawa, centrocampista classe 89′, è stato ingaggiato dal Manchester United il 22 giugno 2012, diventando alla corte d Sir Alex Ferguson, il primo giocatore asiatico a realizzare una tripletta in Premier League (4-0 al Norwich City), oltre che il primo calciatore giapponese a vincere la Premier. Con i Red Devils, Kagawa vinse anche il Community Shield 2013, prima di tornare al Borussia Dortmund nel giugno 2014.

Maya Yoshida

Maya Yoshida, difensore classe 88′, è approdato al Southampton nell’estate 2012 proveniente dal VVV-Venlo, divenendo una colonna dei Saints per sette stagioni, compresa quella attuale. Yoshida è attualmente il capitano della nazionale giapponese e a novembre ha raggiunto le 100 presenze.

Shinji Okazaki

Shinji Okazaki, centrocampista offensivo classe 86′, dopo la doppia esperienza tedesca con Stoccarda e Mainz, viene acquistato dal Leicester City di Claudio Ranieri nel 2015, contribuendo a scrivere una della pagine più incredibili della storia della Premier League e non solo. Le Foxes conquisteranno infatti il titolo di campioni d’Inghilterra e Okazaki verrà eletto Asian International Player of The Year. Dopo il trionfo con il Leicester, l’ex Shimizu S-Pulse è passato al Malaga.

Yoshinori Muto

Yoshinori Muto, attaccante classe 92′, diventa il primo giapponese del Newcastle nel luglio 2018, dopo che i Magpies lo prelevano dal Mainz. Muto ha realizzato la sua prima rete inglese nella sconfitta per 3-2 contro il Manchester United.