L’Ajax, negli ultimi anni e precisamente con l’arrivo di Ten Hag, ha invertito la tendenza cercando di acquistare giovani promettenti dall’estero invece che puntare sul suo ricco vivaio. Il nuovo tecnico, che ha riportato gli ajacidi in semifinale di Champions, vuole ragazzi già pronti per poter continuare a tenere alto il livello della sua rosa. Nella scorsa estate, dopo la partenza di De Ligt, il club aveva puntato tutto sul giovane Pierie (classe 2000), titolare da 2 stagioni con l’Heerenveen. Il centrale, preso proprio per sostituire il neo giocatore della Juventus, non ha convinto il tecnico che lo ha relegato nella compagine Jong per poi cederlo in prestito al Twente: cosa è andato storto?

PIERIE: UNA STAGIONE ALLO JONG AJAX E IL SUCCESSIVO TRASFERIMENTO AL TWENTE

Avevamo già trattato in precedenza proprio l’arrivo di Kik Pierie all’Ajax, ma da quel momento in poi le cose non sono andate come il ragazzo sperava. Il club di Amsterdam aveva acquistato il giocatore dall’Heerenveen per andare a sostituire il talento di De Ligt, ormai già promesso alla Juventus. L’ex frisone è stato accolto come il degno erede del centrale che aveva guidato i biancorossi fino in semifinale di Champions.

Pierie era stato scelto già per le sue 66 partite in Eredivisie nonostante la giovane età di 18 anni: autoritario e preciso in difesa, ha indossato la maglia da titolare nella stagione 2017/2018 per non toglierla più. Il suo vero punto forte è la concentrazione e la posizione che gli hanno sempre permesso di ostacolare la manovra avversaria. Ten Hag era stato il suo maggiore sponsor come anche Overmars: ma qualcosa non ha funzionato dal momento del suo arrivo. Già dai primi allenamenti, il tecnico ha iniziato a preferirgli la coppia Blind-Veltman e quando l’ex Manchester ha dovuto abbandonare per problemi cardiaci, Martinez ha preso il suo posto.

Pierie, dalla prima squadra, è stato direttamente spedito con la compagine Jong con la quale ha disputato ben 22 presenze senza mai esordire in Eredivisie, ma restando bloccato in Eerste Divisie. Con Ten Hag il feeling non è mai iniziato ed è stato riposto dietro Alvarez, Martinez e il giovane Schuurs: per trovare continuità e per ritornare a calcare i campi dell’Eredivisie, nel mercato attuale si è deciso di cederlo in prestito e il Twente ha convinto per primo il ragazzo. I Tukkers stanno cercando di ricreare una rosa in grado di salvarsi con facilità per puntare anche ad un pass per l’Europa tramite i playoff Europa League della massima divisione olandese. Nel 4-3-3 utilizzato maggiormente dal tecnico biancorosso, Pierie sarebbe un titolare inamovibile per dare quell’esperienza e quella qualità che sono mancati nella stagione sospesa per COVID. Questa seconda occasione non deve essere bruciata: il successore di De Ligt reclama spazio e vuole dimostrare che Ten Hag si è sbagliato sul suo conto.