Una partita più complicata del previsto; alla Red Bull Arena scendevano in campo Lipsia e Union Berlino. I padroni di casa, dopo uno straordinario girone di andata, volevano ripartire con il piede giusto per confermare le proprie ambizioni di Meisterschale. Di fronte l’Union Berlino a cui servivano punti preziosi in ottica salvezza. I ragazzi di Fischer, nonostante una buona partita, non sono riusciti a ottenere un risultato positivo. Troppo forti i Roten trascinati dal solito Werner autore di una doppietta (meraviglioso il goal del pareggio). Tre  punti che consentono al Lipsia di allungare sul Borussia Monchengladbach in attesa del Bayern Monaco.

Lipsia, riprende la corsa al Meisterschale

Il Lipsia ha iniziato il 2020 nella stessa maniera in cui aveva chiuso il 2019. Una vittoria, per tre a uno, dopo lo svantaggio iniziale con una ripresa in cui i ragazzi di Nagelsmann sono venuti fuori e non è la prima volta che si verifica una situazione del genere. Degli ultimi tredici punti, infatti, sette sono arrivati nei secondi quarantacinque minuti di gioco. Un dato che testimonia come il Lipsia preferisca accelerare quando l’avversario è maggiormente stanco come successo questa sera con l’Union Berlino incapace di tenere per tutta la gara il ritmo imposto da Werner e compagni. A proposito dell’attaccante tedesco: con la doppietta di oggi sale a quota venti goal in diciotto giornate. Media pazzesca per un giocatore che sta vivendo, senza ombra di dubbio, la sua miglior stagione.

C’era tanta curiosità anche per la prima gara del Lipsia senza Demme passato al Napoli; il centrocampo di Nagelsmann è riuscito a cavarsela piuttosto bene anche se i test più complicati arriveranno nelle prossime settimane. Una vittoria che conferma quanto detto nella prima parte di stagione: il Lipsia ha le carte in regola per vincere il suo primo Meisterschale. L’importante ora è non cedere psicologicamente perché lottare per il titolo non è una cosa semplice da sostenere.