Lipsia forza 5, gli uomini di Nagelsmann travolgono lo Schalke 04 alla Veltins Arena non facendo alcun prigioniero: messaggio chiaro alla Bundesliga, Werner e compagni si giocheranno la possibilità di alzare il Meisterchale fino al termine della stagione e lo faranno con la consapevolezza di aver sensibilmente diminuito il gap che li distanziava da Borussia Dortmund e, soprattutto, dal Bayern Monaco. Cinque gol, cinque marcatori, gli schemi offensivi di Julien Nagelsmann hanno reso ancora più efficace un attacco già estremamente prolifico e Timo Werner si è definitivamente consacrato come stella del calcio mondiale. Oggi i padroni di casa non sono semplicemente scesi in campo, l’onda d’urto della formazione ospite è stata semplicemente devastante.

Lipsia, il ruolo importantissimo di Marcel Sabitzer

Ad aprire le marcature nella sfida odierna è stato Marcel Sabitzer, trequartista austriaco dotato di grande talento ed un incredibile intelligenza tattica. Julien Nagelsmann è un allenatore che da poche certezze di titolarità ai suoi giocatori, in particolare dalla mediana in su (discorso diverso per Werner ovviamente) ma si priva dell’ex Salisburgo di rado. Quest’anno sono già ventidue le presenze in Bundesliga, condite da 7 gol, c’è la concreta possibilità di superare il suo record di otto, raggiunto durante la sua prima stagione in Germania. A prescindere dai gol quello che fa differenza nello stile di gioco di Sabitzer è la sua capacità di farsi trovare sempre al posto giusto al momento giusto, nonostante non sia dotato di una spiccata velocità di punta la sua intelligenza tattica gli permette di smarcarsi praticamente sempre ed essere un bersaglio facile per i passaggi dei compagni di squadra. In sostanza, Nagelsmann fa davvero fatica a tenere fuori dall’undici titolare il talento austriaco e non è neanche difficile capirne il perché, in uno scacchiere super offensivo Sabitzer riesce ad essere un giocatore d’attacco dotato di quel naturale equilibrio che lo rende indispensabile in ambe due le fasi della gara.