Victor Osimhen rende meno amara la trasferta inglese del Napoli: all’esordio in Europa League gli azzurri trovano subito il Leicester, uno degli avversari peggiori che l’urna dei sorteggi potesse regalare. L’attaccante nigeriano con una doppietta nella ripresa riesce a strappare un 2-2 d’oro, in uno stadio complicato anche per le big della Premier League.

E a dimostrarlo è proprio il campo durante il primo tempo, terribile per i ragazzi di Spalletti costretti a sopportare le folate delle Foxes, private di Vardy e Maddison ma comunque pericolose. Ad aprire la partita ci pensa Ayoze Perez dopo appena nove minuti di gioco, approfittando di un corridoio aperto dalla difesa partenopea. Il Leicester continua ad attaccare contro un Napoli coraggioso però troppo impreciso negli ultimi metri di campo: per due volte Insigne sbaglia solo davanti a Schmeichel , poi ci prova anche Osimhen prima con un’azione personale e poi servendo un pallone preziosissimo per Zielinski che sciupa la migliore occasione di tutta la partita.

Imago via Onefootball Picture credit should read: Darren Staples / Sportimage PUBLICATIONxNOTxINxUK SPI-1197-0037

Il migliore in campo resta comunque il nigeriano che da solo riesce a mandare in tilt la difesa inglese, troppo lenta per resistere alla sua fisicità e alle accelerate pericolosissime che riesce a mettere in scena quando si accende la lampadina. Nella ripresa Barnes manda il Napoli nello sconforto con la rete del 2-0, ma proprio nel momento più difficile viene fuori tutta la grinta di Osimhen che riesce a incanalare nel modo giusto tutta la sua straripante energia.

Imago via Onefootball
Copyright: xMarkxCosgrove/NewsxImagesx

Il primo squillo dell’ex Lille arriva grazie a un pallone di Fabian che gli permette di illuminare lo stadio con un pallonetto morbido per dimezzare lo svantaggio. L’ingresso di Politano poi restituisce lucidità all’attacco, un impresa che non era riuscita a Lozano fin dal primo minuto: è proprio lui a servire a Osimhen l’assist perfetto per la doppietta personale, un risultato che sembrava troppo lontano dopo un primo tempo appannato. Il Napoli si salva grazie al suo centravanti, trasformato in trascinatore assoluto per la prima volta in questa stagione.