Saranno dunque Aston Villa e Derby County a giocarsi la promozione in Premier League nella finalissima di Wembley il 27 maggio. I Villans, usciti vittoriosi per 2-1 nella gara d’andata, hanno superato ai calci di rigore il West Bromwich Albion, dopo che i minuti regolamentari si erano chiusi con il risultato di 1-0 per i Baggies. Ad Elland Road invece, i Rams ottengono il pass per l’ultimo atto della stagione di Championship travolgendo 4-2 la formazione di Marcelo Bielsa che si era imposta 1-0 a Pride Park. Dalla sfida tra Villans e Rams uscirà la terza e ultima squadra che raggiungerà Norwich City e Sheffield United in Premier.

West Bromwich Albion – Aston Villa

L’Aston Villa torna a Wembley un anno dopo la sconfitta patita contro il Fulham, diventando la quarta squadra nella storia della Championship a raggiungere per due anni consecutivi la finale dei playoff. Finale che vedrà ancora protagonista John Terry, l’anno scorso in veste di giocatore, quest’anno nel ruolo di vice allenatore. La squadra di Dean Smith ha avuto la meglio sul Wba al termine di una battaglia lunga 120 minuti, dove i Villans hanno subito a lunghi tratti il ritmo imposto dai padroni di casa, complice la scarsa vena dei suoi uomini più rappresentativi come Grealish e Tammy Abraham. Una volta trovato il vantaggio, i Baggies sembravano avere l’assoluto controllo del match, fino all’ingenua espulsione di Chris Brunt che ha inevitabilmente cambiato le sorti dell’incontro, spingendo gli ospiti a osare di più. L’assalto dell’Aston Villa nei tempi supplementari non è però servito ad evitare l’epilogo dagli undici metri che ha visto Grealish e compagni prevalere per 4-3. Decisive le parate di Jed Steer capace di neutralizzare i tiri di Holgate e Hegazy. Il Wba ha senza dubbio pagato la serata opaca di Jay Rodriguez orfano del gemello Dwight Gayle squalificato, ma c’è da scommettere che l’anno prossimo i Baggies saranno tra i protagonisti della Championship.

Leeds United – Derby County

Dopo la vittoria di Pride Park, erano in pochi a pronosticare il passaggio del turno del Derby County, anche perchè mai nella storia dei playoff di Championship una squadra che aveva perso la gara d’andata in casa, era riuscita ad ottenere la qualificazione vincendo in trasferta. La gara di Elland Road ha messo in luce ancora una volta la condizione precaria del Leeds, apparso ancora una volta lontano parente di quello visto per lunghi tratti della stagione. Oltre alla condizione precaria, si sono rivelate decisive le disattenzioni del reparto arretrato, in particolare di capitan Cooper e del portiere Kiko Casilla. L’espulsione di Berardi ha ulteriormente peggiorato le cose, favorendo un Derby County letale in contropiede. Frank Lampard aveva caricato fin da subito i suoi giocatori dopo la sconfitta interna, infondendo loro la tranquillità necessaria a compiere una vera e propria impresa. Protagonista della serata Jack Marriott autore di una doppietta, oltre ai ragazzini terribili dei Rams: Mason Mount e Harry Wilson entrambi a segno. Per i Whites si chiude con l’ennesima delusione una stagione iniziata con grandi aspettative, con l’incognita sulla permanenza nello Yorkshire di Bielsa che nei prossimi giorni vedrà forse una schiarita in un senso o nell’altro.