Non sono passati neanche 200 giorni da quando Kepa dichiarava di voler restare all’Athletic Club per moltissimo tempo, in quel periodo le voci di un suo passaggio al Real Madrid si susseguivano con crescente importanza. Quelle voci che hanno convinto la società basca a far firmare un contratto fino al 2025 al proprio gioiello ma soprattutto ad aumentare la clausola rescissoria a 80 milioni di euro. Il Real Madrid, però, in questa trattativa che ha portato il 23enne portiere spagnolo alla corte di Maurizio Sarri centra eccome visto che ha scatenato l’effetto domino che ha obbligato il Chelsea a cercare in brevissimo tempo il sostituto di Courtois che nel frattempo è pronto ad accasarsi alle merengues.

Kepa diventa cosi il portiere più pagato nella storia del calcio, solo poche settimane fa avevamo aggiornato questo primato con il passaggio di Alisson dalla Roma al Liverpool per 74 milioni di euro. La Premier League inglese non ha fatto grandi colpi nei reparti offensivi come ci ha spesso abituato ma due squadre che vogliono tornare a giocarsi il titolo hanno puntato su due estremi difensori di altissimo livello. L’Athletic Club, dunque, dopo una stagione obiettivamente disastrosa in cui il solo lato positivo è stato quello di non essere retrocessi, perde uno dei suoi gioielli più pregiati e immaginiamo che la tifoseria dei bianco rossi sia piuttosto titubante sul futuro della squadra.

Zidane, quando era ancora il tecnico del Real Madrid, ha più volte manifestato il suo interesse verso Kepa ma le ottime prestazioni, seppur con qualche incertezza, di Keylor Navas avevano rimandato il tutto all’estate che stiamo vivendo. Un estate che sta diventando molto complicata per i blancos che prima hanno visto andarsene Zidane poi hanno accettato la richiesta di Cristiano Ronaldo di essere ceduto alla Juventus e infine è arrivata la doppia grana Modric-Kovacic con i due croati che vogliono cambiare aria, il secondo sembra ormai certo del trasferimento al Chelsea nella trattativa Courtois.

Kepa aveva cosi avuto molte chance di rimanere nella Liga e di accasarsi dunque in quella che è una delle squadre più forti di tutti i tempi. Il mercato, però, è in continua evoluzione e le strade di Kepa e del Real Madrid si sono allontanate definitivamente qualche giorno fa quando le merengues hanno deciso di puntare con forza sul portierone belga. A quel punto il giovane spagnolo non poteva certo dire di no alla chiamata del Chelsea che, nonostante non sia il Real Madrid, è comunque una squadra abituata a lottare nei piani alti della Premier League, vinta due anni fa, e stabilizzarsi a buoni livelli anche in campo europeo.

Dal punto di vista tecnico Kepa è un portiere di sicuro affidamento, a 23 anni è in grado di guidare la difesa come un veterano e grazie al suo metro e 86 di altezza, con un fisico magro e asciutto, è capace di compiere parate clamorose sfruttando un’esplosività non comune. Kepa è nato e cresciuto calcisticamente nell’Athletic Club che lo scoprì quando aveva solamente 9 anni, da quel momento in poi il gioiellino basco ha stupito tutti anno dopo anno fino al giorno che gli ha cambiato la vita. L’11 settembre del 2016 esordisce in prima squadra nella trasferta di La Coruña contro il Depor vinta per 1-0, e da quel momento in poi diventerà il portiere titolare dell’Athletic Club scalzando il ben più esperto Iraizoz. Kepa è stato frenato da parecchi infortuni nella sua carriera anche se nella scorsa stagione è riuscito a giocare ben 30 partite di Liga con una contusione al metatarso che gli ha fatto perdere 6 partite a cavallo tra metà dicembre 2017 e fine gennaio 2018.

Kepa arriva dunque al Chelsea con delle grandi pressioni addosso, gli 80 milioni sborsati dai blues rappresentano una cifra altissima soprattutto se si parla di un portiere anche se la giovane età sarà stata sicuramente un fattore determinante nella scelta di Abramovich e del suo staff che hanno voluto investire non solo sul presente ma anche sul futuro. Il tempo di arrivare a Londra che si comincerà subito a fare sul serio, il prossimo weekend inizia la Premier League 2018/2019 e Kepa si candida ad esserne uno dei protagonisti.