Al ritorno dalla pausa per le nazionali, la giornata di Premier League iniziava con il piatto forte: Everton-Liverpool. I ragazzi di Ancelotti, dopo il grande avvio di stagione, si trovavano di fronte l’ostacolo più complicato; i Reds, dal canto loro, avevano bisogno di cancellare lo storico sette a due subito nell’ultimo turno contro l’Aston Villa. Doveva essere un derby frizzante e così è stato; protagonisti della gara i due giocatori più in forma, Calvert-Lewin e Salah. Il primo continua a segnare con incredibile regolarità (sette goal in cinque partite) mentre l’egiziano ha realizzato la rete numero cento con i Reds. Il due a due finale è un risultato più utile all’Everton che ha dimostrato di poter competere anche con i più forti.

Everton, ottime risposte

I Toffees non vincono un derby da dieci anni ma il risultato di oggi ha un sapore completamente diverso; intanto perché l’Everton ha spezzato la maledizione del goal contro il Liverpool. Il colpo di testa di Keane, infatti, ha spezzato un digiuno che durava dall’ottobre del 2015 quando segnò Lukaku. Le risposte ricevute da Ancelotti sono state più che positive: non solo l’incredibile vena realizzativa di Calvert-Lewin ma anche la capacità della squadra di sfruttare le palle inattive. Con oggi sono sei le reti da palla da fermo per una squadra capace di sfruttare al meglio la propria forza fisica. Il dato più importante, però, è il carattere dimostrato dalla squadra che ha recuperato due volte lo svantaggio; una prova importante in un progetto sempre più interessante

Salah non basta

Il centesimo goal con la maglia del Liverpool non basta a risolvere il derby; i Reds, infatti, non sono riusciti ad ottenere una vittoria importante soprattutto dal punto di vista psicologico visto quanto successo prima della sosta. I problemi per Klopp sono a livello difensivo dove la squadra non sembra dare la certezze del passato e, da questo punto di vista, l’infortunio di van Dijk può essere un problema. Altro aspetto da risolvere è la condizione fisica di Firmino che, in questo 2020, ha messo a segno solo tre goal. Più dubbi che certezze per i campioni in carica ma la Premier League è appena iniziata.