Nel weekend in cui la Bundesliga si ferma gli occhi erano puntati sulla DFB-Pokal; la prima semifinale metteva di fronte Werder Brema e Lipsia. I padroni di casa cercavano un grande risultato visto il momento, piuttosto difficile, in campionato dove la squadra sta lottando per non retrocedere; discorso diverso per i Roten reduci da una settimana caratterizzata dalla vicenda allenatore con la notizia dell’addio di Nagelsmann e l’annuncio di Marsch. Questa sera, però, Olmo e compagni avevano la grande occasione di andarsi a prendere la possibilità di giocare la finale. Un match che ha avuto bisogno dei supplementari per decretare un vincitore; ci ha pensato Hwang a risolvere la gara e qualificare il Lipsia.

Hwang, uomo di coppa

Zero gol in Bundesliga, tre in DFB-Pokal; Hwang è l’attaccante di coppa per il Lipsia. La terze rete del sudcoreano, più l’assist nei minuti finali del secondo supplementare, ha permesso ai Roten di accedere in finale dove affronterà la vincente tra il Dortmund e Holstein Kiel. Vittoria importante per un club che, a due anni di distanza dalla sconfitta contro il Bayern Monaco, tornano in finale; quella di questa sera è stata una gara complicata dove i ragazzi di Nagelsmann hanno avuto il solito problema della concretizzazione. Tante le occasioni fallite prima che salisse in cattedra Hwang. Non è stata una grande stagione quella dell’ex Salisburgo che però ha avuto il merito di portare i Roten all’ultimo atto dalla DFB-Pokal.

Werder Brema, rammarico finale

La semifinale di questa sera è il simbolo di una stagione a dir poco complicata per il Werder Brema che ora è obbligato ad ottenere la salvezza nelle ultime tre giornate di campionato. Il Lipsia è stato sicuramente più pericoloso ma i ragazzi di Kohfeldt avevano avuto la forza di pareggiarla prima di crollare ad un passo dai calci di rigore. Sconfitta difficile da accettare perché la qualificazione avrebbe dato una spinta non da poco per il finale di Bundesliga.