La vittoria del Barcellona sul campo dell’Alavés obbligava l’Atletico ad ottenere i tre punti contro il Valencia; una sconfitta, infatti, avrebbe consegnato il titolo ai blaugrana con una giornata di anticipo rispetto alla tabella di marcia. Al Wanda Metropolitano arrivava una squadra alla ricerca di conferme europee; Guedes e compagni, in ottica quarto posto, non avevano altra scelta se non quella di portarsi l’intera posta in palio. Ci si aspettava una bella partita e così è stata; alla fine hanno avito la meglio i Colchoneros che, con una prova d’orgoglio, rimandano la festa del Barca.

Atletico Madrid, tre punti e nuovo più sette sul Real

I ragazzi di Simeone avevano due obiettivi: evitare al Barcellona di festeggiare con una giornata di anticipo e tornare a più sette sul Real Madrid in attesa del match di Benzema e compagni. Il tre a due finale ha permesso all’Atletico di uscire dal campo senza rimpianti. Non è stata una gara facile con il Valencia bravo a rispondere colpo su colpo; alla fine, però, è stato Correa a decidere la gara. Senza possibilità di vincere la Liga, i Colchoneros vogliono chiudere il campionato al secondo posto e, aspettando il risultato del Real (impegnato domani sul campo del Getafe), i tre punti di oggi sono un altro passo importante.

Valencia, brutta frenata

Per un Atletico sorridente, abbiamo un Valencia che esce dallo stadio con il rimpianto di non aver portato a casa almeno un punto. Il pareggio sarebbe stato un buon risultato in ottica quarto posto considerando Getafe-Real di domani sera. I ragazzi di Marcelino hanno commesso troppi errori e contro un avversario come l’Atletico non te li puoi permettere. L’obiettivo Champions non è compromesso a patto che domani i ragazzi di Zidane facciano un regalo al Valencia; in caso contrario la notte del Wanda Metropolitano rischia di essere decisiva.