Quella in campionato contro il Liverpool non poteva restare una vittoria isolata: nel mese di gennaio il Manchester City aveva un bisogno vitale di ritornare sulla strada giusta, dopo qualche passo falso di troppo commesso durante il girone di andata.

Ecco perché i nove gol rifilati al Burton nella semifinale di andata di Carabao Cup non devono passare per il solito trionfo scontato di una big contro una piccola squadra di League One. Fino a oggi i ragazzi allenati da Nigel Clough, figlio del più celebre Brian, avevano avuto un cammino spettacolare in coppa, con cinque successi su altrettante partite giocate, nonostante un campionato che almeno per il momento non regala altro che un posto sicuro nel mezzo della classifica.

La tenacia della piccola giant-killer, lanciata verso un sogno quasi impossibile tra le più grandi d’Inghilterra, si è scontrata però contro la grinta e la voglia di vincere di una squadra come quella del Manchester City che non si è lasciata sfuggire l’occasione più ricca per dimostrare di essere ancora la macchina perfetta vista nella passata stagione.

Fino al mese di dicembre infatti qualcuno aveva avuto da ridire sull’atteggiamento di Pep Guardiola e dei suoi ragazzi, la cui mentalità era apparsa meno spietata rispetto a un anno fa. Il salto di qualità che tutti si auspicavano, quello che avrebbe permesso al City di dominare anche in Europa, al momento non è ancora arrivato e serviva una reazione di gran carattere per far capire che la parte blu di Manchester non era affatto sazia di vittorie.

Ci è voluto un po’ di tempo e qualche punto perso per tornare sulla strada giusta: il campionato è finalmente riaperto, anche se le insidie sono tutt’altro che finite, e la Carabao Cup potrebbe rappresentare il riscatto perfetto per tutta la squadra. Qualcuno forse contesterà il 9-0 maturato contro il piccolo Burton, ma questa sera più che mai il City aveva tutto da dimostrare e avere pietà della difesa avversaria non avrebbe di certo aiutato Guardiola a tornare sulla cresta dell’onda.

A queste nove reti però dovrà seguire necessariamente qualcosa di importante: i Citizens devono ripartire da questa vittoria, dall’attacco spietato e dal grande spirito di squadra per poter raggiungere il primo posto in campionato e magari mettere le mani su qualche altro trofeo per dare continuità alla stagione dei record e continuare a migliorare sempre di più, fino a  diventare la vera regina dell’Europa.