Due squadre alla ricerca di riscatto dopo il mezzo passo falso di settimana scorsa; Borussia Dortmund-Hoffenheim si presentava come un match ricco di spunti in un weekend con Atletico-Real e City-Chelsea a fare da protagoniste. Le Wespen volevano la vittoria per ristabilire le giuste distanze dalle inseguitrici (Bayern Monaco su tutte); i Blau, invece, cercavano i tre punti per restare in scia sesto posto. Alla fine è venuto fuori un pareggio ma di quelli incredibili: un 3-3 che riporta alla luce i problemi di concentrazione del BVB e dimostra la voglia di non mollare mai dei ragazzi di Nagelsmann. Protagonista assoluto della gara, Belfodil.

Belfodil, entra e regala la grande chance al Bayern

La scorsa settimana era stato Bosz a rendere meno amaro il pareggio del Dortmund battendo, con il suo Leverkusen, i campioni in carica del Bayern. Oggi i bavaresi si sono visti recapitare un regalo che deve solo essere scartato per riaprire il discorso Meisterschale: il benefattore si chiama Ishak Belfodil, autore di una doppietta nel momento in cui tutto sembrava portare ad una vittoria targata Borussia. A rendere più epica l’impresa il fatto che l’attaccante dell’Hoffenheim ha iniziato la gara nel secondo tempo ma, nonostante questo, ha trovato la forza per far uscire i suoi con un risultato positivo dal Signal Iduna Park. Due reti che rischiano di avere un peso enorme nell’economia del campionato. Dodici minuti per riscrivere la storia di questa Bundesliga e far tornare nella mente del Dortmund quelle paure che sembravano essere superate; oggi, infatti, si è rivista la versione bella ma inconcludente di una squadra incapace di gestire un vantaggio di tre reti. Rischia di essere un passo falso letale specie dal punto di vista psicologico: il BVB sembra esser tornata la squadra debole, non in grado di chiudere un percorso. E visto il Bayern di questa stagione i rimpianti sarebbero veramente tanti.