Notte di Europa League per le italiane; la prima a scendere in campo è stata la Lazio che, all’Olimpico, ospitava il Marsiglia di Garcia e Strootman. I biancocelesti cercavano i tre punti per chiudere il discorso qualificazione (primo obiettivo stagionale). Completamente diverso il discorso per il club francese, alla disperata ricerca di una vittoria per tenere viva la speranza passaggio del turno. Alla fine è stata la squadra capitolina ad avere la meglio; un successo che ci lascia due verdetti: Lazio ai sedicesimi di finale con due giornate di anticipo e francesi eliminati dopo aver giocato, qualche mese fa, la finale con l’Atletico Madrid. Una stessa partita, diversi destini.

Lazio, vittoria e qualificazione

La pesante sconfitta sul campo dell’Eintracht Francoforte sembrava complicare il percorso della Lazio in Europa League; i capitolini, infatti, erano attesi dal doppio confronto con il Marsiglia. 180 Minuti di fuoco contro quel Garcia e quel Strootman che ai biancocelesti hanno dato più di qualche dispiacere; questa volta però è andata diversamente. Il club francese, infatti, sta attraversando un momento di difficoltà con il mister in bilico e la Lazio è stata brava ad approfittare di questa situazione: due match, sei punti e qualificazione ottenuta. La gara dell’Olimpico è stata la fotografia perfetta della stagione di entrambe: una squadra gioca, diverte e vince mentre l’altra non riesce ad uscire dal tunnel. Protagonista del match è stato Correa; il fantasista della Lazio, complice il momento non proprio felice di Luis Alberto, sta sfruttando al meglio la chance concessagli. Biancocelesti qualificati: ora l’obiettivo è fare meglio della passata stagione perché la sensazione è che questa squadra possa arrivare molto lontana.

Marsiglia dalla finale all’eliminazione: il declino francese

Che il momento del Marsiglia non sia dei migliori è evidente; il problema non è la situazione in Ligue 1 dove il PSG sta annientando ogni tipo di record. I veri danni sono stati fatti in Europa League dove la finalista dello scorso anno non è stata in grado di superare un girone (per quanto complicato) dove ci si aspettava molto di più dai ragazzi di Garcia. Il solo punto in quattro partite, contro l’Apollon, sono la testimonianza di come l’OM abbia bisogno di una scossa.