Il Leicester non molla. Tiene il City

La 24 giornata di Premier Leauge, in attesa di Everton-Newcastle e Watford-Chelsea, vede il Leicester di Ranieri continuare a sognare. Tiene il passo il City grazie al guizzo del solito Kun Aguero. Si inserisce definitivamente il Tottenham nella corsa al titolo. Rallenta ancora l’Arsenal che rischia di rimanere un’eterna incompiuta. Vince lo United che prova a mantenere salda la panchina di Louis van Gaal. Sprofondo rosso per l’Aston Villa, che perde ancora. Vittoria fondamentale per il Bournemouth. Altro risultato utile per Guidolin e il suo Swansea.

ARSENAL-SOUTHAMPTON 0-0 – All’Emirates Stadium gli uomini di Wenger volevano vendicare la pesante sconfitta dell’andata subita dai Saints (un netto 4-0 che ridimensiono’ le ambizioni scudetto per i Gunners). E’ L’Arsenal che fa la partita con Sanchez, di nuovo titolare ad ispirare la manovra offensiva dei padroni di casa. Gli uomini di Koeman però non stanno a guardare e provano a colpire quando ne hanno la possibilità. Alla fine, nonostante le molte occasioni il risultato non si sblocca e il pareggio accontenta tutti tranne i 22 in campo all’Emirates.

LEICESTER-LIVERPOOL 2-0 (60′ Vardy, 71′ Vardy) – Liverpool in casa, City e Arsenal fuori; questo il trittico di partite che attendeva gli uomini di Ranieri alla vigilia della sfida interna contro i Reds. L’imperativo era uno: vincere per continuare a sognare, anche perché ormai le “Foxes” non possono più nascondersi. Di fronte però, gli uomini di Klopp cercano una continuità di risultati per non perdere il treno europeo. La partita è equilibrata, ma alla fine la spuntano i padroni di casa con una doppietta di uno straordinario Jamie Vardy. Il “Working Class Hero” porta altri tre punti a Ranieri che ora sogna il colpaccio in casa del City, sabato alle 13:45, per urlare ancora più forte la candidatura del Leicester.

SUNDERLAND-MANCHESTER CITY 0-1 (16′ Aguero) – Allo Stadium of light arrivavano i campioni in carica bisognosi di una vittoria per mantenere il passo del Leichester capolista (6 mesi fa non avremmo mai pensato ad una cosa del genere). La sfida, però, è tutt’altro che semplice: gli uomini di Allardyce devono fare punti per mantenere vivo il sogno salvezza. Il City riesce a sbloccarla subito grazie al solito Kun Aguero. I padroni di casa non mollano e danno filo da torcere agli uomini di Pellegrini che comunque portano a casa una preziosissima vittoria. E ora, una buona parte di campionato si giocherà sabato dove i Citizens ospiteranno il Leicester.

NORWICH-TOTTENHAM 0-3 (2′ Alli, 30′ rig Kane, 90′ Kane) – Esiste un detto che recita “tra i due litiganti il terzo gode”, ed è quello che potrebbe succedere in questa bellissima premier league. Infatti, nello scontro tra la corazzata City e la favola Leicester potrebbe inserirsi ed avere la meglio il Tottenham. Gli Spurs, guidati da Kane (in Inghilterra sono molto curiosi di vederlo in coppia con Vardy agli europei) travolgono a domicilio gli uomini di Neil. Prima Alli (al secondo goal consecutivo) e poi la doppietta di Kane danno 3 punti al Tottenham, ora terzo a meno 5 dal primo posto. Solo due, invece, i punti che separano il Norwich dalla zona rossa.

MANCHESTER UNITED-STOKE CITY 3-0 (14′ Lingard, 23′ Martial, 53′ Rooney) – Dopo la vittoria in Fa Cup, i Red Devils conquistano il successo anche in campionato mantenendo più salda la panchina di van Gaal.                     All’ Old Trafford i “diavoli rossi” chiudono la pratica in 9 minuti quando, prima Lingard e poi Martial, mandano al tappeto i “Potters” incapaci di reagire. Ad inizio ripresa ci pensa Rooney a mettere il punto esclamativo su un match che la squadra di Hughes si sarebbe potuta giocare diversamente.

WESTH HAM-ASTON VILLA 2-0 (58′ Antonio, 85 Kouyate) – Perdono ancora i “Villans“, che sembrano ormai rassegnati all’idea della retrocessione. La dimostrazione avviene al 16′ minuto quando, Ayew, con un gesto folle si fa espellere lasciando la sua squadra in 10. Gli uomini di Garde provano a resistere ma alla fine crollano. Successo fondamentale per gli “Hammers“, che salgono a 39 punti, meno uno dallo United. Il sogno Europa può continuare

WBA-SWANSEA 1-1 (64′ Sigurdsson, 92′ Rondon) – Continua a far punti Guidolin, ma il pareggio oggi suona come una beffa; infatti gli “Swans” hanno accarezzato la vittoria fino al 92′, quando una zampata di Rondon ha regalato il pari ai “Baggies“.Sensazioni comunque positive per Guidolin che sembra aver già trovato la quadratura giusta per salvare lo Swansea

CRYSTAL PALACE-BOURNEMOUTH 1-2 (27′ Dann, 34 Pugh, 57′ Afobe) – In chiave salvezza vittoria di fondamentale importanza per gli uomini di Howe che in rimonta e grazie ad un super Afobe battono il Palace che comunque è in una posizione tranquilla di classifica.

Impostazioni privacy