Una Liga così spettacolare e aperta su ogni fronte della classifica era ciò che tutti si auguravano: equilibrata e difficile da interpretare, tanto che bisogna ancora decifrare se per il titolo sia una lotta a tre o addirittura una lotta a quattro. La classifica continua a non escludere il Siviglia, fresco vincitore di una partita pazza a Balaídos che dopo il pari di Betis-Atlético Madrid assume un valore ancora più importante.

A mente lucida è difficile includere il Siviglia nella corsa con le tre big, ma considerando ciò che mette in palio la stagione da qui alla fine per la squadra di Lopetegui, non è totale utopia guardare i loro risultati con attenzione. La classifica dice che ci sono 6 punti di distacco dall’Atlético Madrid, ma con la prospettiva di chi sta vivendo la rimonta della coppia Real-Barça sulla capolista, non è tanto il problema del recuperare quei 6 punti ai Colchoneros, quanto i 4 e i 5 alle altre due.

siviglia celta

Copyright: Salvador Sas

In ogni caso il Siviglia  ha dato dimostrazione di forza, di concentrazione, di lucidità: da quando è stato eliminato dalla Champions League ha vinto 4 partite su 5, compreso lo scontro diretto casalingo contro l’Atlético Madrid che ha riaperto la possibilità del sogno di lottare per la Liga. Di fatto da qui a fine stagione non avrà altre partite se non quelle di campionato e con un percorso molto importante potrebbe sperare di rimanere in scia alle big. L’obiettivo è quello di vincere le prossime quattro partite per arrivare allo scontro diretto in casa del Real Madrid ancora con una speranza di lottarsi il titolo, visto che comunque ormai non c’è più nulla da perdere visto che la qualificazione alla prossima Champions League è in cassaforte grazie all’enorme vantaggio di 13 punti sulla Real Sociedad.

Le prossime quattro partite saranno due trasferte consecutive contro Real Sociedad e Levante, più due impegni casalinghi contro Granada e Athletic, match non banali se si guarda alla classifica ma che di fatto vedono solamente una delle quattro squadre realmente impegnata per un obiettivo in campionato. Con prestazioni come quelle viste nelle ultime giornate c’è la forte possibilità di poter tener vivo questo sogno, anche se le sbavature difensive viste contro il Celta Vigo suonano come un piccolo allarme.

Nel 3-4 di Balaídos infatti due gol sono stati presi con dei passaggi filtranti in verticale che hanno trovato impreparata la difesa, disattenzione che forse vanno sottolineate anche più dei quattro gol segnati che hanno dato una scossa a un attacco non particolarmente prolifico durante l’arco della stagione. La buona notizia è arrivata dal bellissimo subentro del Papu Gómez e dal fatto di avere finalmente tutto il pacchetto offensivo senza più problemi fisici, l’arma fondamentale per poter tenere un sogno pazzo a cui in pochi credono ma in cui tutta la Siviglia rojiblanca spera.