La costruzione del nido delle Baggies parte da qui

Un grande inizio di campionato per il West Bromwich Albion, che in trasferta porta a casa tre punti fondamentali per una stagione che vede coinvolte le Baggies nella relegation battle. Impossibile pensare ad un inizio migliore di questo, in una Premier League in cui sarà difficilissimo portare a casa punti contro le grandi squadre. Battere il Crystal Palace, che ha un progetto solido basato sull’allenatore Alan Pardew, e che in estate si è data da fare (e si sta ancora muovendo) con il mercato, è un qualcosa di davvero stupefacente.

Toni Pullis ha dimostrato la grande unione dei suoi uomini, che formano una rosa che ormai si conosce quasi a memoria. La fase difensiva delle Baggies è stata una delle note più positive di questa vittoria, ma ancora una volta, Salomon Rondon ha cambiato l’espressione dei tifosi dell’Albion. Il venezuelano è davvero decisivo, e se non incontrerà problemi, probabilmente lo sarà per tutta la stagione. La sua stazza fisica, unita alla tecnica di un Berahino che sembrava intenzionato a partire, ma che oggi è stato coinvolto, può essere letale.

Tutti i ’90 minuti sono stati davvero molto combattuti, in vero stile inglese, in un Selhurst Park che è ancora in grado di dare grandi emozioni come pochi stadi al mondo. Il tifo latino delle Eagles, tuttavia, non deve disperare: si sono viste delle note abbastanza positive, anche se è ancora più evidente dopo questo match che serve un vero e proprio finalizzatore là davanti. Nessuno mette in dubbio le qualità di Zaha, Townsend e Puncheon, ma a volte nel calcio la bisogna anche buttare dentro…

Restano ancora importanti giornare di mercato, nelle quali entrambi i club dovranno lavorare sodo per poter rifinire rosa ed obbiettivi. Dopo i ’90 minuti di oggi, si può dire che il West Bromwich abbia messo tre punti fondamentali nel pagliaio, mentre il Crystal Palace dovrà riflettere in settimana su cosa è andato storto, se vuole puntare a raggiungere un posto in Europa!

Impostazioni privacy