Il Norwich City si riaffaccia in Premier League confermando con coraggio, ma anche con coerenza, la filosofia intrapresa tre stagioni fa con l’arrivo a Carrow Road del direttore sportivo gallese Stuart Webber prelevato dall’Huddersfield Town. Con i Terriers, Webber aveva ottenuto la promozione nella massima serie affidando la panchina al tecnico tedesco David Wagner, arrivato dal Borussia Dortmund II, e sempre dalla seconda squadra del Dortmund è uscito l’attuale manager dei Canaries: Daniel Farke. Uno schema vincente che non ha solo l’allenatore di nazionalità tedesca alla base, ma anche giocatori provenienti dalla Bundesliga o dalla Germania in generale.

Nel suo primo mercato alla guida del Norwich City, Farke ha acquistato 5 giocatori nati in Germania, e 3 dal doppio passaporto oltre a quello tedesco. Marcel Franke difensore proveniente dal Greuther Fürth, Marco Stiepermann trequartista dal Bochum, Dennis Srbeny attaccante dal Padeborn, Tom Trybull mediano dall’ADO Den Haag, Christoph Zimmermann difensore dal Borussia Dortmund II. I tre dalla doppia cittadinanza sono: Mario Vrancic centrocampista dal Darmstadt, Onel Hernandez ala sinistra del Braunschweig, Moritz Leitner centrocampista dall’Augusta. Un’impronta decisa quella data dalla coppia Webber-Farke ai Canaries, ma che alla prima stagione non ha dato i frutti sperati alla luce del quattordicesimo posto finale nella classifica di Championship. Il pessimo piazzamento finale non ha però scalfito la fiducia del club nel nuovo corso partito 12 mesi prima, confermando la fiducia tanto al direttore sportivo, quanto al manager che hanno proseguito lungo la strada intrapresa, ingaggiando altri due calciatori “made in Germany“: il terzino destro Felix Passlack dal Borussia Dortmund, e il terzino sinistro Philiph Heise dalla Dynamo Dresda. Due innesti che non si sono rivelati fondamentali nella trionfale annata del Norwich conclusa con la promozione, a differenza degli acquisti dell’estate precedente letteralmente esplosi dopo un anno di apprendimento nella seconda divisione inglese.

La Premier League costringerà inevitabilmente il club del Norfolk ad alzare l’asticella, ma non a cambiare le linee guida, visto che ad oggi Farke ha aggiunto l’ennesimo tedesco, ovvero l’ex portiere dello Schalke 04 Ralf Fährmann, oltre a Josip Drmic punta centrale prelevato dal Borussia M’gladbach. Al momento sono dieci i connazionali di Farke e chissà che prima della fine del mercato la colonia non si allarghi ulteriormente, facendo dei Canaries la squadra più tedesca tra le non tedesche.