Il Psv ci prova ma non riesce a gonfiare la rete allo Stade Louis II: il Monaco si difende bene e strappa un pari che consolida la vetta e tiene a distanza i diretti concorrenti al primo posto. I Boeren scivolano dietro alla Real Sociedad di un punto: a due giornate dalla fine sarà decisivo lo scontro diretto con gli spagnoli, sperando in un passo falso degli 11 del principato.

PSV, IL PRIMO POSTO SI ALLONTANA: IL TERZO POSTO VALE LA CONFERENCE LEAGUE

Non può essere soddisfatto Schmidt che continua a non avere continuità di risultati dalla sua squadra: la gara contro il Monaco era difficile, ma gli olandesi non demeritano e, ai punti, avrebbero meritato il successo. Manca ancora qualcosa ai Boeren che peccano di concretezza sotto porta: il gruppo B si complica e ora servono 2 trionfi per blindare, almeno, il secondo posto.

L’incontro non è dei più belli, ma le occasioni non mancano per entrambe le squadre: ad andare più vicino al vantaggio è sicuramente la formazione ospite che sfiora clamorosamente la rete del vantaggio con un salvaggio provvidenziale sulla riga. Mancano tanti uomini tra gli olandesi: Gotze e Gakpo sono ancora fermi ai box insieme a Madueke, Propper e Thomas. I francesi si chiudono bene e ripartono in contropiede non lasciando spazi agli avversari: alla fine, il tabellone sottolinea tante conclusioni in porta, ma portieri per lo più inoperosi.

Il Psv, in un girone equilibrato, non esce fuori dai giochi ma vede la strada della qualificazione agli ottavi in netta salita: la possibilità è centrare il secondo posto per disputare i playoff, restando così in Europa League. Sarà essenziale lo scontro diretto contro la Real Sociedad nell’ultima partita del gruppo B: i Boeren dovranno essere pronti a sfruttare la prossima chance con lo Sturm Graz con gli spagnoli che sfideranno il Monaco. La matematica non condanna ancora nessuno ma Schmidt non si può più permettere di sbagliare nulla nel periodo più importante dell’anno, dove si decide la stagione.